Ex Leucci: "Lavoratori abbandonati, urgente un incontro in prefettura"

La richiesta del sindacato Fiom Cgil: "Bisogna predisporre un piano serio anche con la committenza di salvaguardia dei livelli occupazionali"

BRINDISI – Il sindacato Fiom Cgil torna a chiedere la convocazione di un tavolo in prefettura sulla vertenza ex Leucci. Il passaggio di proprietà della storica impresa metalmeccanica brindisina alla Gem Leucci Holdings Llc, società del gruppo Gem, un fondo americano con sede nel Delaware, non ha affatto migliorato la situazione dei 110 dipendenti dell’azienda, da sei mesi senza stipendio. 

“Come Fiom Cgil Brindisi – si legge in una nota a firma del segretario generale della Fiom Cgil Brindisi, Angelo Leo - pensiamo che la situazione abbia superato ogni limite. I lavoratori si sentono abbandonati e disorientati. Sei mesi di arretrati nelle retribuzioni sono troppi. Nessuna famiglia riesce a sopravvivere a queste condizioni”. 

“Gravi sono le responsabilità aziendali - afferma Leo - nei confronti di lavoratori che da oltre un trentennio prestavano la loro professionalità con dedizione e sacrifici e che si vedono oggi ripagati con un immeritato benservito. Siamo di fronte a 100 lavoratori e a 100 famiglie che hanno contratto debiti, mutui, per la casa, per l'auto, per l'università dei propri figli e che si ritrovano sull'orlo di un baratro perché colpevolmente chi gli avrebbe dovuto rispettare ed informarli, ma anche dirigerli ed organizzarli, a preferito prendere tempo”. 

Ad avviso della Fiom Cgil Brindisi “non bisogna più perdere tempo”. “È urgente una richiesta d'incontro al tavolo della prefettura. È necessario attivare tutte le procedure di difesa legale dei lavoratori per il pregresso dovuto. Bisogna attivarsi per richiedere la sospensione dei mutui con le banche”. 

“Bisogna predisporre un piano serio – afferma ancora il sindacalista - anche con la committenza di salvaguardia dei livelli occupazionali dei lavoratori ex Leucci Costruzioni, chiamando in prefettura tutti i livelli interessati compreso i livelli istituzionali che hanno l'obbligo di intervenire per la soluzione di questa tragedia Brindisina”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento