rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Economia Carovigno

Fiom: "La Cmc non fallisce, Leonardo riprenda i rapporti con l'azienda"

Angelo Leo, segretario Fiom Cgil: "I lavoratori lunedì firmeranno in Confindustria gli accordi per saldare il Tfr e tutte le competenze maturate"

CAROVIGNO – Si nutrono ancora speranze per il futuro dei circa 50 dipendenti della Cmc, società attiva nel sede aerospaziale con sede a Carovigno, nei confronti della quale nelle scorse settimane era stata avviata la procedura di licenziamento collettivo. Si apprende infatti da una nota del segretario generale della Fiom Cgil Brindisi, Angelo Leo, che lunedì prossimo (21 marzo) i lavoratori sostenuti dalle organizzazioni sindacali unitarie, “firmeranno in Confindustria gli accordi per saldare il Tfr e tutte le competenze maturate dai dipendenti”.

Ciò vuol dire, spiega Leo, che la “Cmc non chiude i battenti, non fallisce”. L’azienda è storicamente legata alle commesse della Leonardo Elicotteri di Brindisi. “Il nuovo socio proprietario unico, l'ingegnere Melpignano – afferma Leo - continua a tenere in piedi l'azienda con circa una decina di dipendenti, con l'obbiettivo di una ripresa delle commesse che salvi in un prossimo ravvicinato futuro tutti i 50 dipendenti”. 

Il sindacato invita il governo, le istituzioni locali e la politica a “fare quadrato intorno a questa importante qualificata azienda”. “La stessa grande multinazionale Leonardo – prosegue Angelo Leo - dovrebbe riprendere i rapporti con la Cmc”. Per la Fiom Cgil Brindisi “questo nuovo corso gestionale va premiato per la salvaguardia delle elevate professionalità delle maestranze, ma soprattutto per la salvaguardia occupazionale nel nostro territorio in generale, ed in particolare per assicurare un futuro sereno alle 50 famiglie coinvolte”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiom: "La Cmc non fallisce, Leonardo riprenda i rapporti con l'azienda"

BrindisiReport è in caricamento