Cna ed Enel: appalti, screening delle imprese

BRINDISI – Enel inaugura un nuovo rapporto con le imprese del territorio in occasione dell’imminente avvio degli interventi di ambientalizzazione sul gruppo 3 della centrale di Cerano. Ieri incontro con il presidente della Cna, Emanuele Sternativo, per discutere soprattutto di requisiti delle imprese appaltatrici e di sicurezza nel cantiere.

BRINDISI – Enel inaugura un nuovo rapporto con le imprese del territorio in occasione dell’imminente avvio degli interventi di ambientalizzazione sul gruppo 3 della centrale di Cerano. Ieri incontro con il presidente della Cna, Emanuele Sternativo, per discutere soprattutto di requisiti delle imprese appaltatrici e di sicurezza nel cantiere.

La prima notizia che ha raccolto il giudizio positivo della Cna è stata quella riguardante la percentuale di ditte brindisine da impiegare sul totale di quelle che Enel sta convocando per le manutenzioni e gli aggiornamenti dei sistemi dell’impianto: l’80 per cento. Ma è stata valutata favorevolmente soprattutto la decisione di aprire un confronto con le associazioni delle imprese per informarle preliminarmente dell’entità degli investimenti in gioco e per verificare le capacità operative delle stesse rispetto al tipo ed alla qualità degli interventi richiesti.

Cna ed Enel hanno convenuto sull’importanza “di uno screening sulle imprese del territorio, in modo da premiare, negli appalti interni dell’azienda elettrica, le realtà più rigorose nell’applicare le norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro”.  La Cna ha chiesto ad Enel anche di continuare nei prossimi mesi “il confronto sul sistema di  qualificazione delle aziende e soprattutto sull’implementazione di ulteriori azioni che consentano lo sviluppo delle forniture da parte delle imprese locali”.

“Questi incontri con l’Enel – ha affermato Sternativo – sono un buon segnale di collaborazione con l’imprenditoria locale ed il nostro auspicio, dunque, è che tale metodologia sia applicata anche nel prossimo futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento