Economia

Comitato di indirizzo Zes: "La Cittadella della ricerca è il luogo ideale"

Bianco, presidente Consorzio Asi: "Candidare il sito ad eventuale bando per l'ampliamento della Zes, per un totale di 40 ettari"

BRINDISI – Far rientrare anche la Cittadella della ricerca nella Zes interregionale del basso Adriatica (Puglia-Molise), insediandovi il comitato di indirizzo. Ad avanzare questa proposta è il presidente del consorzio Asi di Brindisi, Domenico Bianco, nell’ipotesi in cui la Regione Puglia, stando ad alcune indiscrezioni trapelate negli ultimi giorni, dovesse emettere un bando ad hoc per le ulteriori aree da eleggere a Zes, per un totale di 40 ettari.

“Data l’esiguità degli ettari a bando – propone Bianco - proponiamo, come stakeholder regionali, un criterio utile al fine dell’individuazione delle nuove aree Zes: eleggere a Zes aree già infrastrutturate e che hanno una vocazione specifica in ricerca, innovazione e sviluppo”. 
“In questo – prosegue Bianco - il polo della Cittadella della Ricerca di Brindisi, con i suoi 22 ettari (lordi), potrebbe essere il luogo “ideale” da eleggere a Zes. Con le sue infrastrutture e superfici disponibili potrebbe accogliere ulteriori società di servizi operanti nei settori dell’Itc, ovvero rilanciare le attività pre-esistenti a partire dal centro di ricerca Cetma”. 

“Inoltre – conclude il presidente del consorzio Asi - considerata l’ampia disponibilità di superfici, parcheggi, strutture ricreative e di ristorazione, la Cittadella della Ricerca potrebbe essere candidata ad ospitare il Comitato di Indirizzo della Zes interregionale del basso Adriatico (Molise – Puglia), essendo l’area di Brindisi quella con più ettari a disposizione in Zes”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comitato di indirizzo Zes: "La Cittadella della ricerca è il luogo ideale"

BrindisiReport è in caricamento