menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cultura, sport e agricoltura a sostegno del commercio in Centro

A Brindisi convegno su “Il Duc e il rilancio del commercio nei centri urbani":vincere la sfida con gli impermercati

BRINDISI - “Spingiamo con forza non solo per tutelare migliaia di attività commerciali ma anche per restituire dignità ed evitare la desertificazione dei nostri centri urbani”. Così l’assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia, Cosimo Borraccino, intervenuto nel corso del convegno “Il Duc e il rilancio del commercio nei centri urbani. Lo Smart Duc e la valorizzazione dei percorsi culturali del Duc Brundisium”  che si è tenuto questa mattina a Palazzo Granafei Nervegna a Brindisi.

foto convegno DUC 2-2-2

“E’ una strategia precisa che fa seguito a dei provvedimenti legislativi ed alla localizzazione di risorse da destinare per questo scopo- ha aggiuntol’assessore- nell’ultimo bando mettiamo a disposizione cinque milioni di euro ma ci sono già nuove richieste e quindi proveremo, nei prossimi mesi, a trovare nuove risorse per spingere sul progetto del distretto urbano del commercio che è molto apprezzato dai commercianti, dai cittadini e dalle associazioni che lo hanno promosso”     

Ha partecipato ai lavori anche il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, che ha sottolineato l’importanza dell’organizzazione degli eventi per raggiungere l’obiettivo della rivitalizzazione dei centri commerciali all’aperto. “Non è solo questione di parcheggi e di Piano Urbano della Mobilità, tema che comunque l’Amministrazione deve affrontare, ma bisogna anche capire come si porta la gente in centro- ha esordito Rossi- abbiamo riaperto Palazzo Nervegna, con mostre e sale sempre piene per i dibattiti, ed abbiamo notato che in tre o quattro mesi ci sono passate circa 15 mila persone. Anche domenica, in occasione della partita di Final Eight, al Teatro Verdi c’erano 1000 persone ad assistere al match, nonostante il centro cittadino fosse chiuso. Significa che gli eventi sono un grande attrattore e che la sfida con i centri commerciali passa dall’avvio delle nuove tecnologie, dallo smart Duc, dalla capacità dei negozianti di rinnovare il loro modo porsi e dall’Amministrazione Comunale che deve dotare il centro di una capacità attrattiva”   

L’ Assessore alle Attività Produttive Comune di Brindisi e Presidente del DUC Brundisium, Oreste Pinto, che ha relazionato sul tema “Il Duc Brundisium fra interventi realizzati e programmazione futura”, ha dichiarato: “Noi abbiamo ravvisato un’esigenza dei commercianti che è quella di combattere la crisi restando uniti, per tanto tocca all’amministrazione Comunale, al Duc e ai soggetti aderenti mettere insieme gli esercenti. Noi abbiamo iniziato con la Festa dello Sport e la Festa del Vino che hanno avuto il merito di far comprendere come lo sport o l’agricoltura possano essere di sostegno al commercio, ora continuiamo con altre iniziative per dimostrare come possano esserlo anche la cultura e l’innovazione tecnologica. Vogliamo vincere questa sfida e portare tanta gente in centro”      

Michele Vigilante, esperto di geografia economica dell’Università di Bari, ha relazionato sul tema “Distretti urbani del commercio: una risposta all’urban change”, mentre Giovanni Colonna, presidente Confguide Brindisi e Taranto, ha parlato di “Valorizzazione dei percorsi culturali del Duc Brundisium”.

Il convegno si è concluso con gli interventi dei direttori regionali di Confesercenti e ConfCommercio, rispettivamente Salvatore Sanghez e Giuseppe Chiarelli che hanno approfondito il tema “Lo smart Duc e l’innovazione tecnologica per una rete efficace”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento