rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Economia

Lippolis: "Pnrr sfida da non perdere, governo ed enti locali facciano la loro parte"

Il presidente di Confindustria Brindisi traccia un bilancio del 2021 e si proietta verso il 2022: "Le imprese chiedono tempi brevi per le autorizzazioni"

BRINDISI – Il tempo diventa una risorsa preziosissima per la crescita del territorio. Bisognerà fare in fretta, soprattutto sul fronte degli iter autorizzativi, per raccogliere i finanziamenti che arriveranno con il Pnrr (Piano nazionale ripresa e resilienza). Ma tutti, dal governo agli enti locali, passando per gli attori istituzionali, dovranno fare la loro parte, per vincere questa sfida. Più volte ha battuto il tasto della coesione territoriale il presidente di Confindustria Brindisi, Gabriele Menotti Lippolis , nel corso di un incontro con i giornalisti convocato stamattina (mercoledì 29 dicembre) per tracciare un bilancio delle attività svolte dall’associazione nel 2021 e proiettare lo sguardo verso un 2022 in cui sono riposte grandi aspettative.

Casoar, Guarini, Lippolis, Danese-2

Lippolis: "Confindustria coesa e forte"

Attorniato dal vicepresidente dell’associazione, Giuseppe Danese, dal direttore Angelo Guarini e dal presidente di Confindustria Giovani, Stefano Casoar, Lippolis ha ammesso di essersi imbattuto in un territorio “frammentato e rissoso” all’inizio del suo mandato, nell’aprile 2021. Non sono un mistero, del resto, i rapporti non proprio idilliaci che nel recente passato si sono registrati fra l’associazione degli industriali e l’amministrazione comunale di Brindisi. “Abbiamo messo tutti insieme – spiega Menotti – e continuando su questa direzione trarremo un po’ tutti vantaggio”.

La direzione da seguire è quella tracciata tramite l’accordo di programma per Brindisi che lo stesso Lippolis ha presentato lo scorso 1 dicembre presso il teatro Impero, nel corso di un’assemblea generale cui hanno preso parte il presidente nazionale di Confindustria, Carlo Bonomi, e il governatore Michele Emiliano. Il Pnrr garantirà investimenti sul territorio nazionale per un importo totale di circa 209 miliardi, più 30 miliardi cofinanziati. Si tratta di una somma, come rimarcato da Lippolis, che non si vedeva dai tempi del piano Marshall. “Ma se non realizziamo investimenti entro il 2026 – spiega il presidente di Confindustria Brindisi – quei finanziamenti andrebbero persi”.

L’obiettivo dell’associazione è quello di attrarre investimenti green “in linea – chiarisce Lippolis – con il green new deal e con il Pnrr”. L’associazione si batterà inoltre per le semplificazioni, a partire dalla realizzazione di Zes, Contratti istituzionali di sviluppo e Zona franca doganale: ambiti in cui è ancora “tutto fermo”. Nella visione proposta da Confindustria Brindisi occorre costruire nuove filiere produttive per quel che riguarda i pannelli fotovoltaici, le pale eoliche e gli elettrolizzatori per idrogeno verde. Ma c’è la preoccupazione che questa sfida si possa perdere “a causa di una politica contraria alla parte autorizzativa - rimarca Lippolis – che dal governo scende agli enti locali”. Le aziende, insomma, sono pronte a fare la loro parte, ma non basta. “Mi piacerebbe che non solo Confindustria – prosegue Lippolis - ma anche altri attori cominciassero a essere più incisivi nelle loro politiche di indirizzo. Ora tocca a Regione, Province e Comune fare richiesta direttamente al governo. Se non lo dovessero fare loro, in ultima ratio lo faremmo lo noi, sempre nel rispetto nei ruoli”. Il tempo “è la risorsa principale per le imprese”.

Le imprese chiedono tempi brevi e certi per le autorizzazioni, “perché non possiamo perdere – insiste Lippolis – questo treno”. Confindustria, dunque, indica il percorso da seguire, forte anche dei numeri positivi registrati nel 2021. “Abbiamo associato – dichiara Lippolis – altre 60 imprese, riportando nell’associazione Aeroporti di Puglia. Per la prima volta abbiamo ottenuto l’adesione di due aziende pugliesi quotate in borsa: la Take off e la Finlogic Spa. Questo significa che stiamo garantendo un percorso diverso rispetto ad altri. Il principio dell’inclusione ci sta guidando per crescere come territorio e si sta collaborando con le reti di impresa. Noi non cerchiamo il contrasto, ma la convergenza”.  

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lippolis: "Pnrr sfida da non perdere, governo ed enti locali facciano la loro parte"

BrindisiReport è in caricamento