"Accogliere meglio i passeggeri albanesi": il console scrive a Rossi

Una lettera di Adrian Haskaj al sindaco: "Pronti a collaborare per lo sviluppo del porto di Brindisi"

BRINDISI – L’autorità diplomatica albanese in Puglia ha cortesemente sollecitato il sindaco di Brindisi ad agevolare la realizzazione al porto di infrastrutture di accoglienza per i passeggeri e i turisti in arrivo o diretti a Valona, in grado di renderne più gradevole e adeguato il transito e la sosta.

La notizia trapela dagli ambienti degli operatori marittimi brindisini: la zona extra Schengen di Costa Morena Ovest, infatti, non dispone ancora di una stazione marittima e di un percorso protetto sino alla rampa di imbarco e sbarco per chi scende o sale a piedi dalla nave e per i controlli di frontiera.

La questione è annosa, ma questa volta è stato il Consolato generale di Albania a Bari a sollevarla, sia pure in un contesto di cordiale collaborazione, in cui viene riconosciuto al porto di Brindisi un ruolo strategico per il collegamento con il sud del Paese delle Aquile, che resta la parte di maggiore interesse turistico, ma anche di particolare interesse commerciale.

A Brindisi restano aperte le difficoltà che incontra l’Autorità di Sistema Portuale, ma anche l’Asi, nella attivazione del progetto Interreg che finanzia il recupero e la ristrutturazione delle aree di sosta interne ed esterne per veicoli e Tir; nella transazione tra l’Adsp e la famiglia proprietaria del terminal privato che si trova a breve distanza dal varco doganale di Punta delle Terrare, operazione per la quale era stato chiesto il parere del Comune; nella messa in sicurezza dell’ormeggio in condizioni meteo avverse.

Si tratta di ritardi che incidono pesantemente sul traffico passeggeri per l’Albania, senza considerare che una parte delle operazioni di controllo, imbarco e sbarco avvengono in esposizione agli eventi climatici. Il Consolato generale avrebbe, nella lettera al sindaco Riccardo Rossi, rilevato anche come la collaborazione con il Comune di Bari abbia prodotto importanti risultati, e si dichiara disponibile a contribuire e sostenere anche i miglioramenti necessari al porto di Brindisi.

L’avvio recente di una nuova linea di traghetti è il segnale di interesse del governo albanese per il porto di Brindisi, ma molto altro si potrà fare se saranno realizzate le opere necessarie a rimuovere gli attuali disagi e ad accogliere gli incrementi di traffico certamente possibili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento