rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Economia

Container, a rischio linea nave-treno

BRINDISI – Se la logistica è il futuro del porto di Brindisi, bisogna fermare subito l’emorragia che sta penalizzando la movimentazione delle merci porto-ferrovia. E’ la stesse storia raccontata così chiaramente da Giorgio Napolitano: tagliare non serve se non si mettono in moto azioni per la ripresa. E a Brindisi da fine settembre sarà abolito il treno che trasporta i container della compagnia P&O che arrivano con le navi traghetto dalla Grecia, per poi proseguire via ferrovia verso il Nord Italia ed in Europa da aziende private.

BRINDISI - Se la logistica è il futuro del porto di Brindisi, bisogna fermare subito l'emorragia che sta penalizzando la movimentazione delle merci porto-ferrovia. E' la stesse storia raccontata così chiaramente da Giorgio Napolitano: tagliare non serve se non si mettono in moto azioni per la ripresa. E a Brindisi da fine settembre sarà abolito il treno che trasporta i container della compagnia P&O che arrivano con le navi traghetto dalla Grecia, per poi proseguire via ferrovia verso il Nord Italia ed in Europa con aziende private.

L'allarme era stato già lanciato, e adesso lo replica la Filt Cgil con una breve ma esplicativa nota con molti destinatari: Regione, Provincia e Comune, Autorità Portuale, Camera di Commercio, e le società interessate Rete Ferroviaria Italiana e Terminali Italia, quest'ultima impegnata nella gestione del terminal container ferroviario brindisino e controllata dalla stessa Rfi e da Cemat. L'allarme, spiega nella lettera la Filt Cgil, è esteso ai lavoratori di Ferrotramviaria Bari, che operano con locomotori privati lo spostamento dei carri container da Brindisi allo scalo intermodale di Bari Lamasinata.

L'abolizione del treno che serve il traffico P&O comporterà, avverte Danilo Binetti, segretario provinciale della Filt, la perdita di 40 posti di lavoro, oltre che di una linea commerciale importante per il sistema logistico brindisino e per quello barese (la P&O si sposterebbe su Ancona, infatti). Da qui la richiesta di un tavolo tecnico urgente per bloccare il taglio annunciato per fine settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Container, a rischio linea nave-treno

BrindisiReport è in caricamento