rotate-mobile
Economia

Anche l'associazione agenti marittimi contro la scelta della Regione

Il presidente Adriano Guadalupi contro il "taglio" dell'ente camerale brindisino

BRINDISI - Sulla vicenda della esclusione della Camera di Commercio di Brindisi dal tavolo di lavoro regionale per la Zona economica speciale (Zes) della Puglia adriatica, convocato stamani a Bari per la seduta di avvio, interviene an che il presidente di Raccomar Brindisi (la sezione locale della associazione degli agenti marittimi raccomandatari), Adriano Guadalupi.

"Prendo atto della convocazione molto in ritardo ( ieri sera per oggi) e questa federazione rimane sconcertata dell’operato della giunta regionale (l’assessore Mazzarano dovrebbe riflettere prima di parlare) per la esclusione della Camera di Commercio di Brindisi al tavolo operativo per la ZES".

Se l'amministrazione regionale o altri attori direttamente o indirettamente coinvolti nel progetto avessero "intenzione di non far decollare la ZES a Brindisi", Raccomar Brindisi si dissocerà da tali strategie e coinvolgerà nella vicenda i propri organismi regionali, nazionali ed europei, avverte Adriano Guadalupi.

Gli agenti marittimi, per la cronaca, aderiscono alla Camera di Commercio, e già attraverso l'associazione Operatori marittimi salentini di cui fanno parte come singoli imprenditori, ieri avevano duramente protestato contro l'esclusione dal tavolo tecnico regionale dell'ente camerale brindisino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche l'associazione agenti marittimi contro la scelta della Regione

BrindisiReport è in caricamento