Sabato, 15 Maggio 2021
Economia

Innovazione per le imprese: al Cetma punto sulle esperienze pugliesi

Contaminazione di idee e convergenza di competenze ed esperienze di innovazione tecnologica in Puglia. Questo il fulcro della convention sul tema “Le opportunità di Innovazione Tecnologica per le Imprese Pugliesi” organizzata dal Consorzio Cetma

BRINDISI - Contaminazione di idee e convergenza di competenze ed esperienze di innovazione tecnologica in Puglia. Questo il fulcro della convention sul tema “Le opportunità di Innovazione Tecnologica per le Imprese Pugliesi” organizzata dal Consorzio Cetma lo scorso giovedì 9 giugno. L’evento, svoltosi presso la sede del consorzio nel comprensorio della Cittadella della Ricerca di Brindisi, ha visto la partecipazione di ben 250 soggetti, prevalentemente imprese pugliesi al fianco delle quali non sono mancate università ed organismi di ricerca pubblici e privati.

Scopo dell’incontro è stato raccogliere testimonianze provenienti dai principali stakeholder  (portatri di interessi) del sistema produttivo regionale, attraverso il racconto di storie virtuose di innovazione che hanno dimostrato come l’open innovation generi benefici economici per le imprese e vantaggi competitivi per il territorio. L’evento ha rappresentato un caso applicativo concreto di promozione di un modello di innovazione “aperta” a livello produttivo e sociale, coerente con la strategia regionale della Puglia per la Ricerca e l’Innovazione basata sulla specializzazione intelligente per il ciclo di programmazione dei fondi strutturali 2014-2020.

Cetma convegno 3-2

Quali i risultati raggiunti e gli scenari prospettati? Un’interessante occasione di confronto su fabbisogni, idee, conoscenze ed esperienze tra i principali attori del sistema industriale e della ricerca regionali; l’affermazione delle specializzazioni tecnologiche presenti nei settori aeronautico, edilizia, manifatturiero, biomedicale e Ict; la creazione di massa critica e lo stimolo per gli attori coinvolti a superare i confini delle proprie traiettorie tecnologiche e ad implementare, in modo sinergico e collaborativo, filiere tecnologiche integrate vocate a fronteggiare le principali sfide dello sviluppo produttivo nella visione globale di un territorio - quello pugliese - in continua crescita.

Una giornata intensissima, un grande risultato raggiunto. Ad aprire i lavori in sessione plenaria, l’ing. Luigi Barone, direttore generale del Cetma, Francesco Saponaro, presidente del Cetma, Loredana Capone, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia e Ida Carolla, responsabile dello staff di direzione del Cetma, che hanno tracciato le principali sfide tecnologiche per lo sviluppo del sistema produttivo pugliese nel contesto delle nuove opportunità di finanziamento offerte dalle politiche regionali d’investimento e per l’innovazione per il 2014-2020. Nel corso dell’evento si sono svolte 6 sessioni tecniche parallele, che hanno visto i seguenti relatori per sessione.

Loredana Capone e Francesco Saponaro-2

I compositi nell’aeronautica: Alessandra Passaro, direttore della Divisione di Ingegneria dei Materiali e delle Strutture –Mast del Cetma (chairman della sessione); Giuseppe Acierno, amministratore unico di Aeroporti di Puglia e presidente del Distretto Tecnologico Aerospaziale (Scenari e sviluppi del settore aerospaziale pugliese); Giovanni Magli, dirigente di Leonardo Elicotteri, ex AgustaWestland, (Leonardo Elicotteri: innovazione sul fronte compositi); Michele Pecchia, Responsabile r&d di Salver (Approcci di certificazione e relative problematiche); Danilo Malacaria, Responsabile ricerca & innovazione tecnologica di Dema Spa (Il ciclo di vita dei materiali compositi nell’aerospazio: ruoli e responsabilità della filiera aeronautica); Marco Barile, project manager per i progetti di r&d di Novotech (Novotech: l’automazione nel manufacturing di strutture in materiale composito); Luigi Berri, direttore generale di Axist (Innovazione nei controlli dimensionali di componenti in composito e relative attrezzature); Gabriele Tedesco, responsabile vendite di Giannuzzi (interiors: fibra di carbonio da riciclo come alternativa possibile); silvio pappadà, Responsabile Area Tecnologie e Processi – Tec del Cetma (Il Cetma per l’innovazione nell’aeronautica).

Cetma convegno 2-2-2

Riciclo e valorizzazione di materie plastiche: Antonella Tarzia, responsabile dell’area Materiali e Caratterizzazioni – Mac del Cetma (chairman della sessione); Giuseppe Dalena, Titolare di Dalena Ecologia (Il Recupero Energetico delle plastiche miste eterogenee); Nicola D’Alessio, manager r&d e quality assurance del dipartimento sustainability di Fater (Il riciclo dei prodotti igienici assorbenti: una nuova opportunità); Alessandro Marseglia, assistente di direzione della divisione Mast del Cetma (Sviluppo di filiere per il riciclo degli scarti plastici industriali).

Casi di innovazione nel manufatturiero: Alessandro Marseglia, assistente di direzione della divisione Mast del Cetma (chairman della sessione); Alessandro Diodati, responsabile tecnico di Niteko (La fibra di carbonio come dissipatore termico per l’illuminazione a led); Dino De Luca, direttore del reparto di innovazione di ricerca & design di Base Protection (Soluzioni innovative per calzature di sicurezza); Vito Altobelli, coordinatore della divisione di r&d di Eceplast (L’innovazione nel packaging a sostegno della competitività); Massimiliano Calò, direttore tecnico di Kommi (Kommi: sviluppo di guarnizioni in Pvc eco innovative); Antonella Tarzia, Responsabile dell’area Mac del Cetma (Il Cetma per l’innovazione nel manifatturiero)

Cetma convegno 4-2

Materiali e componenti innovativi per l’edilizia: Alessandro Largo, responsabile dell’area  Diagnostica e Ingegneria Civile – Dce del Cetma (chairman della sessione); Cinzia Ricchiuto, vice presidente Ance Lecce e amministratore delegato di Igeco Costruzioni (Il sistema delle costruzioni in Puglia: strategie di innovazione); Matteo Bianchin, ricercatore al centro ricerche di Fassa (Esigenze di innovazione nel settore delle costruzioni); Fabio Fracasso, presidente di Fibrover (Il caso Quiminha, soluzioni innovative per la realizzazione di reti idriche); Piero Negro, r&d manager della Italcementi di Brindisi (L’esperienza del laboratorio Italcementi di Brindisi); Alessio Nisi, responsabile marketing di Ito Prefabbricati (Esperienze di innovazione finanziate); Livio Pascali, direttore tecnico e socio di Logocert (I geopolimeri: ritorno al passato o salto nel futuro?); Leo Pedone, cofondatore della Pedone Working (Hi-low la casa passiva mediterranea in muratura vegetale); Agnese Attanasio, ricercatrice dell’area Dce della divisione Mast del Cetma (Il Cetma per l’innovazione nell’edilizia sostenibile)

E se domani: design per la crescita e il benessere: Sarah De Cristofaro, ricercatrice della divisione di design del Cetma (Chairman della sessione); Roberto Marcatti, presidente di Adi Delegazione Puglia e Basilicata (Introduzione di Roberto Marcatti); Ubaldo Spina e Luca Rizzi, rispettivamente direttore e ricercatore della Divisione di Design - Des del Cetma (Product Design Starter: esplorare nuove idee per progettare prodotti e servizi medicali); Michele Diaferia, amministratore delegato di Itel Telecomunicazioni (Nuove tecnologie e design per l’healthcare); Claudio Donini, ingegnere del team r&d di Osram (Lampade UV per il benessere ambientale: tecnologia e design applicati alla disinfezione)

Il Consorzio Cetma

Tecnologie Ict per l’industria e la produzione: Lucio Colizzi, direttore della Divisione di Ingegneria Informatica – Info del Cetma (chairman della sessione); Nicola Savino e Italo Spada, responsabili rispettivamente delle aree Automazione e Controllo – Cau e Virtual, Augmented reality e Multimedia – Cam del Cetma; Annamaria Castrignanò, dirigente di ricerca del Crea (Progetto Sofia – piattaforma multisensoriale per l’analisi dello stato idrico del terreno); Riccardo Scarcelli, sales area manager di Ram Elettronica (Controllo qualità nei processi produttivi alimentari); Pietro Buongiorno, sviluppatore di Agilex (Living Lab Mia – Mediateca Regionale Interattiva – Realtà Aumentata per la fruizione di contenuti digitali); Miriam Pezzuto, responsabile della divisione ricerca di Parsec 3.26 (Living Lab MHiA – Municipal Historical Archive); Fedele Marchetti, general manager di Italian Cutting System (Piattaforma automatizzata per le macchine da taglio).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Innovazione per le imprese: al Cetma punto sulle esperienze pugliesi

BrindisiReport è in caricamento