rotate-mobile
publisher partner

Coriandoli di pace nella sede associata del CPIA 1 di Brindisi, presso l'IPSS “Morvillo Falcone” 

Il CPIA 1 di Brindisi ha vissuto un martedì grasso all'insegna della pace: i frequentanti hanno contribuito alla realizzazione di una coreografia allegorica per richiamare i valori universali della solidarietà tra i popoli

BRINDISI - A Carnevale non possono mancare i coriandoli e le stelle filanti, le maschere e i travestimenti che hanno la facoltà di nascondere la realtà per trasformarla nell'effimera illusione di un sogno.  

Ed è un sogno di pace quello che la comunità educante del CPIA 1 di Brindisi, della sede associata presso l'IPSS “Morvillo Falcone”, ha rappresentato in questo strano  martedì grasso, l'ultimo giorno di un Carnevale che vede il mondo intero fare i conti con la realtà di una guerra che preoccupa l’umanità intera. 

FOTO 1 - NELL'ARTICOLO-2

E così ciascuno ha contribuito alla realizzazione di una coreografia allegorica che ha richiamato i valori universali della solidarietà tra i popoli e della pace tra le nazioni, partendo dalla riflessione sul testo dell’art.11 della Costituzione della Repubblica Italiana. 

Coriandoli di pace nella sede associata del CPIA 1 di Brindisi, presso l'IPSS “Morvillo Falcone” 

In ciascun corso di alfabetizzazione di lingua italiana L2 si sono realizzate attività  laboratoriali per creare fiori di carta e riprodurre le maschere del Carnevale italiano. La maschera di Pierrot, indossata da corsisti, docenti e operatori della scuola, ha rivelato il volto triste e malinconico dello stato d’animo di ciascuno. Il colore dei  fiori tenuti in mano dai corsisti, simbolo di speranza per una nuova e consapevole  stagione di pace, ha accompagnato il lancio simbolico di coriandoli a forma di cuore  per rappresentare quella gentilezza, quell’amore, quella solidarietà e quella pace che  l’uomo ha perduto e dimenticato.

FOTO 2 NELL'ARTICOLO-2

Nel corso del flash mob Pierrot, il mimo malinconico innamorato della luna, ha dato il volto al simbolo della pace, per  ricordare al mondo intero che è sempre necessario opporsi alla guerra.  Nel corso della manifestazione si è data lettura di frasi sulla pace e l’uguaglianza tra  i popoli delle nazioni, con lo scopo di riaffermare la necessità di educare alla pace e  insegnare a ripudiare la guerra.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BrindisiReport è in caricamento