rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Economia

In porto una barca da 200 milioni: cresce il settore delle supervacanze

Tempo d’estate, tempo di super yacht. Ed ecco a Brindisi anche il nuovissimo Amadea. Da qui sono passati pure i reali sauditi

BRINDISI – Tempo d’estate, tempo di super yacht. Ed ecco a Brindisi anche il nuovissimo Amadea, varato nel 2016 da uno dei celebri cantieri tedeschi Lurssen per un misterioso cliente mediorientale. Valore stimato dello yacht, circa 200 milioni di euro. Amadea è stato consegnato all’armatore, che possiede altre barche di lusso, all’inizio del 2017 e nel corso dell’anno è stato avvistato – durante il suo trasferimento in Mediterraneo – da Gibilterra sino a Genova, e poi giù a luglio anche al largo di Gallipoli.

Con i suoi 106 metri fuori tutto e i 17 metri di larghezza, le 2999 tonnellate di stazza lorda, Amadea rientra nella lista dei 40 yacht più grandi del mondo. A bordo c’è l’immancabile piattaforma per l’elicottero, il garage per auto e tender, un teatro multimediale, due centri benessere, l’ascensore e quant’altro si può immaginare per ospitare a bordo la famiglia dell’armatore ed i suoi ospiti.

Lo yacht Amadea a Brindisi 2-2-2

Prima di fare sosta a Brindisi alla banchina in concessione al broker brindisino Teo Titi, che con Yachtin’ Puglia quest’anno ha già gestito in tutti gli scali regionali l’assistenza e i tour per gli ospiti di 80 megabarche, Amadea aveva fatto sosta a Dubrovnik, che assieme a Venezia è la regina delle vacanze vip in Adriatico, “scoperta” anni fa da Rania di Giordania e da Michel Douglas, che hanno fatto da apripista allargando gli orizzonti delle vacanze dei vip mondiali sino a quel momento concentrate su Costa Azzurra e Sardegna.

Teodoro Titi-2Lo yacht Amadea è attualmente in assetto charter, e attende per la giornata odierna gli ospiti, che resteranno qui sino al giorno della partenza, giovedì, ma usufruendo dei tour e degli eventi su misura che ogni volta la Yachtin’ Puglia organizza per loro. Per gli americani vanno bene anche i tour culturali, c’è chi vuole gastronomia e accessi ad antiche strutture nobiliari, per altri ci sono spettacoli e cene in location particolari, qualcuno vuole solo discoteche e spiagge.

Chi siano gli ospiti attesi dall’equipaggio di Amadea, al momento lo sa solo il comandante della nave (perché tale è tecnicamente il super yacht ormeggiato nel Seno di Levante). Ma nelle scorse settimane, a godersi la Puglia e il Salento, c’erano vari membri della famiglia reale saudita cvon le barche Moonshine II e Global che hanno toccato Gallipoli, Leuca e Brindisi. Il tratto distintivo che caratterizza gli spostamenti dei principi mediorientali in vacanza è che ciò impegna non solo lo yacht su cui è imbarcato l’ospite, ma almeno altri due super yacht di supporto logistico.

Sulle barche di accompagnamento viaggiano infatti le auto al seguito (altrettanto super), i giocattoli di lusso che comprendono moto d’acqua, mini sottomarini, motoscafi, windsurf, elicotteri, e tutto ciò che viene utilizzato come scorte per la barca principale, e come alloggio del numeroso seguito. Ma oltre a queste che sono situazioni del tutto particolari, coperte da privacy assoluta e vigilanza particolare, la Puglia è molto gettonata da magnati russi, e come già detto, americani, che si muovono senza flotta al seguito.

Insomma, quello che era l’obiettivo di spostare sui porti di Brindisi, Bari e del Salento le vacanze esclusive e superprotette di chi sta al vertice della finanza mondiale, si può dire raggiunto. Ma consolidarlo, spiega Teo Titi, richiede molta organizzazione, impegno, duttilità nell’organizzare eventi e valorizzare circuiti di beni culturali, gastronomici, opportunità di intrattenimento ogni volta particolarissimi e corrispondenti ai desideri del cliente. Un business "cash" per non pochi fornitori del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In porto una barca da 200 milioni: cresce il settore delle supervacanze

BrindisiReport è in caricamento