rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Economia

Dopo la Zenith, oggi a Brindisi c’è la Spirit fino alle 18

BRINDISI – E’ arrivata questa mattina alle 8 e resterà a Brindisi, ormeggiata alla banchina Dogana in pieno centro, la Seabourn Spirit: una nave da crociera da 133 metri che porta a bordo circa 200 passeggeri a cui si aggiungono 164 membri dell’equipaggio. La compagnia americana arriverà a Brindisi con cinque navi extra lusso in 18 date diverse e si fermerà dalle 8 alle 18: si tratta di navi che viaggiano sulla rotta Dubrovink, Venezia, Carrara e Pireo. Da 200 a 1400 passeggeri saranno ospitati a bordo.

BRINDISI - E' arrivata questa mattina alle 8 e resterà a Brindisi, ormeggiata alla banchina Dogana in pieno centro, la Seabourn Spirit: una nave da crociera da 133 metri che porta a bordo circa 200 passeggeri a cui si aggiungono 164 membri dell'equipaggio. La compagnia americana arriverà a Brindisi con cinque navi extra lusso in 18 date diverse e si fermerà dalle 8 alle 18: si tratta di navi che viaggiano sulla rotta Dubrovnik, Venezia, Carrara e Pireo. Da 200 a 1400 passeggeri saranno ospitati a bordo.

Proprio come quelli della Zenith arrivati sabato scorso, anche per questi turisti l'amministrazione comunale ha previsto pacchetti per visitare la città, la provincia di Brindisi e quella di Lecce. Passeggeri diversi, rispetto a quelli della compagnia spagnola della Pullmantur, quelli della Seabourn. "Un turismo di lusso - lo aveva definito il presidente dell'Autorità portuale Giuseppe Giurgola - che porterà più ricchezza in città". Tanti i turisti che infatti hanno scelto di restare a Brindisi affollando le vie del centro storico.

Vista la stazza della nave, è stato possibile ormeggiarla nel porto interno ma vicina al lungomare Regina Margherita a differenza della Zenith che invece tornerà a Sant'Apollinare per problemi di sicurezza della banchina ma anche per possibili problemi di pescaggio. Sabato infatti, e lo stesso accadrà anche per gli altri 17 arrivi, la Capitaneria di porto ha autorizzato la nave ad una manovra di attracco non "a banchina" come avviene solitamente, ma servendosi di una sorta di piattaforma mobile che ha evitato di riscontrare problemi per i fondali non adeguatamente profondi del porto interno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la Zenith, oggi a Brindisi c’è la Spirit fino alle 18

BrindisiReport è in caricamento