rotate-mobile
Economia

Esordio a Brindisi di Hercules Haralambides, tra politici e giornalisti

BRINDISI - Natali ellenici e puntualità nordica. Il nuovo presidente dell’Autorità portuale brindisina Hercules Haralambides è giunto all’appuntamento con il primo cittadino Domenico Mennitti alle 10 in punto. Elegante, cordiale, e altissimo. Il presidente dell’Authority ha fatto ingresso a Palazzo Nervegna al fianco di una interprete, per tradurre dall’inglese in tempo reale le prime battute all’impronta della cordialità e della collaborazione annunciata con le istituzioni locali, Comune in testa.

BRINDISI - Natali ellenici e puntualità nordica. Il nuovo presidente dell'Autorità portuale brindisina Hercules Haralambides è giunto all'appuntamento con il primo cittadino Domenico Mennitti alle 10 in punto. Elegante, cordiale, e altissimo. Il presidente dell'Authority ha fatto ingresso a Palazzo Nervegna al fianco di una interprete, per tradurre dall'inglese in tempo reale le prime battute all'impronta della cordialità e della collaborazione annunciata con le istituzioni locali, Comune in testa.

"Non parlo l'italiano ma lo imparerò presto. Amo il Salento e questa città che mi ospita, porto e mare mi fanno sentire a casa mia", ha detto il presidente greco, professore di Economia marittima a Rotterdam dal curriculum blasonato. La lingua non è l'unica fatica nell'agenda di Haralambides, che ha affermato pubblicamente, prima di rilasciare ulteriori dichiarazioni, di aver bisogno di "studiare la situazione del porto brindisino" prima di mettere a punto un piano di intervento, e di risorgimento dei traffici.

L'ambizione, dichiarata anche quella, è di collegare il porto brindisino ai grandi traffici mercantili e di persone in circolo nel Mediterraneo. E' questa la mission per la quale nessuno dalla stazza professionale inferiore a quella del professore ellenico, poteva risultare adeguato, tanto secondo il centrodestra che per primo ha sponsorizzato la nomina di Haralambides, quanto per la Regione Puglia.

Dopo qualche breve battuta con i giornalisti, il presidente dell'Authority si è ritirato per mezzora circa per un primo confronto con il sindaco, alla presenza del senatore Pdl Michele Saccomanno e l'onorevole Luigi Vitali, al termine del quale ha preso la parola il primo cittadino Domenico Mennitti, ribadendo chiaro e forte quello che aveva detto all'alba della nomina avvenuta per decreto del ministro dei Trasporti e le Infrastrutture Altero Matteoli.

"Salutiamo con gioia l'arrivo del professore Hercules Haralambides - ha detto il sindaco -, con il quale siamo certi che ci sarà reciproca intesa e collaborazione. Il prossimo passo sarà quello di predisporre il Piano urbanistico generale della città ed è anche per questo che con il presidente Haralambides stabiliremo un rapporto finalizzato ad accelerare i tempi per la realizzazione del Piano stesso nel quale il porto non potrà che avere una rilevanza di primissimo piano".

Tutto pronto dunque, adesso non resta che rimboccarsi le maniche. La mission affidata al presidente greco è ardua, ma non impossibile. L'era Haralambides può cominciare.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esordio a Brindisi di Hercules Haralambides, tra politici e giornalisti

BrindisiReport è in caricamento