rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Economia

Export, nel primo semestre la Puglia batte tutti

BARI - L’export della Puglia viaggia più veloce di quello del Paese e delle regioni del Centro-Nord. I primi sei mesi del 2010 secondo l'Istat segnano una crescità del 20% rispetto allo stesso periodo del 2009 in cui ci fu una flessione complessiva del 22 per cento. Il trend sale anche rispetto ai primi tre mesi che avevano segnato un +13,7%. In termini assoluti il valore pugliese delle esportazioni raggiunge quota 3.212 milioni di euro contro i 2.675 milioni dell’anno scorso, fa sapere la giunta regionale.

BARI - L'export della Puglia viaggia più veloce di quello del Paese e delle regioni del Centro-Nord. I primi sei mesi del 2010 secondo l'Istat segnano una crescità del 20% rispetto allo stesso periodo del 2009 in cui ci fu una flessione complessiva del 22 per cento. Il trend sale anche rispetto ai primi tre mesi che avevano segnato un +13,7%. In termini assoluti il valore pugliese delle esportazioni raggiunge quota 3.212 milioni di euro contro i 2.675 milioni dell'anno scorso, fa sapere la giunta regionale.

Il dato pugliese supera, come era già avvenuto a marzo, la performance esportativa italiana (che si ferma ad una crescita del 12,6%) e dell'Italia meridionale (+15,3%). Vola più in alto di regioni come il Piemonte (+16%), la Lombardia (+10,1%), la Liguria (+7,3%), il Trentino Alto Adige (+17,6%), il Veneto (+11,7%), il Friuli Venezia Giulia (+6,8%); l'Emilia Romagna (+11,7%); e anche dell'Italia centrale, con risultati migliori rispetto a Toscana (+14,1%); Lazio (+16,4%), Marche (+7,1%); mentre nel Mezzogiorno supera il Molise (+8,5%), la Campania (+15,1%), la Basilicata (-17,3%) e la Calabria (-6%). Il risultato più incoraggiante per la Puglia è rappresentato dalla ripresa registrata in quasi tutti i settori e in particolare quelli caratterizzati da una lunga crisi, come il tessile e il mobile. Vanno benissimo i prodotti petroliferi e dell'industria chimica, l'agroalimentare, i computer e la meccanica.

La vice presidente della Regione Puglia e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone, afferma che "dopo un 2009 drammatico in particolare per il commercio estero - dice - vediamo il rafforzarsi di un trend di crescita, già evidente nei primi mesi dell'anno, che lascia ben sperare soprattutto per la ripresa di settori come il Tac e il mobile. Ma allo stesso tempo registriamo la crescita dei comparti più innovativi. Tutto questo è la dimostrazione che aver puntato su politiche di internazionalizzazione mirate sia a riposizionare i settori tradizionali che a lanciare quelli ad alto contenuto tecnologico sia stata una politica lungimirante, ripagata da risultati che ormai sono tangibili. Oggi i dati Istat ci dicono che abbiamo imboccato la strada giusta per l'uscita dalla crisi. Noi ci impegniamo ad implementare gli sforzi per una crescita ancora più sostenuta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Export, nel primo semestre la Puglia batte tutti

BrindisiReport è in caricamento