rotate-mobile
Economia

Giurgola ricompare a sorpresa all'Authority: "Ho solo dimenticato alcune carte"

BRINDISI - Falso allarme. La ricomparsa a sorpresa del presidente uscente Giuseppe Giurgola, questa mattina intorno alle 9, nelle stanze dell'Autorità portuale brindisina non è sintomatica né di una improbabile occupazione abusiva della poltrona presidenziale né di ulteriori, altrettanto improbabili prorogatio. “Sono solo venuto a prendere delle carte che avevo dimenticato, se ne affastella di documentazione in tanti anni, o no?”, esclama stupito Giurgola, e aggiunge: “Ne avrò il diritto, o sbaglio? Non pensavo francamente di essere notato...”. Quali siano i documenti dimenticati e prelevati in tutta fretta stamani, non è dato sapere. Il presidente non concede altro commento, né sul punto né su altro. Non una parola sulle chiose dell'assessore regionale ai Trasporti Guglielmo Minervini, che ha parlato del porto di Brindisi qualificandolo come “malato grave”, a ulteriore conforto e sostegno della nomina di Hercules Haralambides, indicato come “il medico” qualificato “moralmente e professionalmente” a risollevarne le sorti. Punto di vista bipartisan che fa il paio con quello, pescando fra i più autorevoli, del sindaco di Brindisi Domenico Mennitti.

BRINDISI - Falso allarme. La ricomparsa a sorpresa dell'ex presidente Giuseppe Giurgola, questa mattina intorno alle 9, nelle stanze dell'Autorità portuale brindisina non è sintomatica né di una improbabile occupazione abusiva della poltrona presidenziale né di ulteriori, altrettanto improbabili prorogatio. "Sono solo venuto a prendere delle carte che avevo dimenticato, se ne affastella di documentazione in tanti anni, o no?", esclama stupito Giurgola, e aggiunge: "Ne avrò il diritto, o sbaglio? Non pensavo francamente di essere notato...". Quali siano i documenti dimenticati e prelevati in tutta fretta stamani, non è dato sapere. Il segretario Nicola Del Nobile è in ferie, e l'ex presidente non concede altro commento, né sul punto né su altro. Non una parola sulle chiose dell'assessore regionale ai Trasporti Guglielmo Minervini, che ha parlato del porto di Brindisi qualificandolo come "malato grave", a ulteriore conforto e sostegno della nomina di Hercules Haralambides, indicato come "il medico" qualificato "moralmente e professionalmente" a risollevarne le sorti. Punto di vista bipartisan che fa il paio con quello, pescando fra i più autorevoli, del sindaco di Brindisi Domenico Mennitti.

Ricomparse a sorpresa a parte, è attesa per domani la riunione della IX Commissione Trasporti della Camera dei deputati, che tornerà ad esaminare le proposte di nomina di presidenti delle Autorithy, in sede di atti di governo. La commissione proseguirà l'esame della proposta di nomina di Hercules Haralambides a presidente dell'Autorità portuale di Brindisi, ma anche quella di Sergio Prete a presidente dell'Autorità portuale di Taranto, di Francesco Palmiro Mariani a presidente dell'Autorità portuale di Bari e Pasqualino Monti a presidente dell'Autorità portuale di Civitavecchia. Gli ostacoli opposti alla nomina del professore ellenico di Economia marittima Haralambides, secondo quanto annunciato al convegno del Propeller Club recentemente concluso sui temi delle infrastrutture portuali in Italia dallo stesso presidente della Commissione parlamentare, Mario Valducci, non sono tali.

Ogni approfondimento giuridico svolto negli ultimi giorni sulla conformità della nomina di Haralambides, cittadino greco e quindi comunitario, ha dato esito positivo. Nulla osta dunque, tanto dal Governo centrale quanto dalla Regione. Chiunque dovesse continuare a nutrire dubbi sulla designazione, potrà comunque ricorrere nelle sedi competenti. Il parere consultivo della commissione dovrebbe arrivare domani, dunque, subito dopo a materializzarsi nelle stanze dell'Autorithy sarà Hercules Haralambides.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giurgola ricompare a sorpresa all'Authority: "Ho solo dimenticato alcune carte"

BrindisiReport è in caricamento