rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Economia

Gli architetti rispondono a Giurgola: "Non ci sono studi brindisini? E' solo un pretesto"

BRINDISI - “Non chiedevamo assolutamente che venissero favoriti gli studi professionali brindisini, abbiamo solamente sollevato perplessità sulle procedure seguite per l'affidamento. E andremo avanti per vederci chiaro fino in fondo”.

BRINDISI - "Non chiedevamo assolutamente che venissero favoriti gli studi professionali brindisini, abbiamo solamente sollevato perplessità sulle procedure seguite per l'affidamento. E andremo avanti per vederci chiaro fino in fondo".

Il presidente dell'Ordine degli Architetti Fulgenzio Clavica risponde alle parole del presidente dell'Autorità Portuale Giuseppe Giurgola, a proposito della polemica sollevata dai professionisti circa l'appalto per la riqualificazione del terminal di Costa Morena. "Non è colpa mia - aveva detto il numero uno dell'Authority - se si fa fatica a reperire studi professionali brindisini. Oltretutto capita che se gli appalti vengono vinti da ditte del Nord, molto spesso queste ultime decidono di appoggiarsi su studi professionali locali. Ma tutti preferiscono, per esempio, Lecce o Taranto, piuttosto che Brindisi. Ma noi cosa possiamo farci?".

La controrisposta di Clavica, a nome dell'Ordine che presiede, non si fa attendere: "Questa dell'assenza degli studi brindisini è una vecchia storia, ma suona quasi come un pretesto. Può essere comunque un problema strutturale degli studi professionali, ma il presidente Giurgola non ha risposto al problema che invece noi avevamo sollevato, relativamente alla procedura seguita per l'assegnazione dell'incarico. Dubbi che rimangono ancora adesso, dopo le dichiarazioni rilasciate dal presidente, sia alla stampa sia a noi per iscritto".

Il presidente dell'Ordine ritorna sulla via fiduciaria, sulla procedura ristretto "invitando però lo stesso studio che si era occupato del progetto preliminare". Insomma, a giudizio dell'Ordine, la procedura seguita non è stata quella corretta. "Per questo motivo, abbiamo informato della vicenda anche l'Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici", ha spiegato Clavica. Una risposta ufficiale c'è stata: l'Ordine dovrà denunciare il tutto utilizzando una modulistica apposita predisposta proprio per questo tipo di situazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli architetti rispondono a Giurgola: "Non ci sono studi brindisini? E' solo un pretesto"

BrindisiReport è in caricamento