rotate-mobile
Economia Ceglie Messapica

I bambini imparano dagli chef

CEGLIE MESSAPICA - “For kids”, bambini saranno i protagonisti della terza edizione del Divingusto di Ceglie Messapica dove, oggi e domani, gli chef “stellati” usciranno dalle loro cucine e li vedremo – dal vero – così come, solitamente, abbiamo fatto dagli schermi della tv oppure nelle più prestigiose riviste.

CEGLIE MESSAPICA - "For kids", bambini saranno i protagonisti della terza edizione del Divingusto di Ceglie Messapica dove, oggi e domani, gli chef "stellati" usciranno dalle loro cucine e li vedremo - dal vero - così come, solitamente, abbiamo fatto dagli schermi della tv oppure nelle più prestigiose riviste.

Da Andy Luotto a Jane Baxter (dal Galles, premiatissima) ai cegliesi, vanto della Puglia nel mondo, con nomi del calibro di Antonella Ricci e Vinod, Giovanni Bellanova, Gioacchino Ligorio, Graziano Lomonte, Tiziano Mita, Antimo Savese, Camillo Silibello. Per imparare, giocando, saranno distribuite gratuitamente le ricette - narrate al microfono, come favole, dal food expert Antonella Millarte - mentre tutto attorno a Piazza Plebiscito ecco che Divingusto sarà una festa. Dalle ore 21 in poi, a rotazione ogni 45 minuti, uno chef diverso.

Tutt'attorno musica con ecco le street band "Titubanda" (world music) e gli Apulia Ensamble (folk music) che animeranno le strade del borgo antico. Il benvenuto di Ceglie Messapica per i più piccoli prevede, nel centro storico, quattro postazioni solo per loro con spettacolo di danza col fuoco, trucca-bimbo, bolle di sapone, teatro di figura con marionette. In particolare, domani domenica 7 agosto, segnaliamo alle ore 21.30 e replica alle ore 23, Fame d'attore, con Cilla Palazzo e Venere Rotelli.

"Vi parleremo del cibo, e lo faremo con l'ausilio di diverse tecniche teatrali". Comincia con queste parole lo spettacolo delle due improbabili attrici, Vespasiana e Marcilla, che da anni tentano il successo, una convinta delle sue capacità attoriali - mai da nessuno realmente apprezzate - l'altra che ha solo la preoccupazione di come sbarcare il lunario per poter mangiare a fine serata. Tra gags e dialoghi d'invenzione spontanea, tra racconti e inverosimili reading, lo spettacolo accompagna il pubblico verso il baratro del nonsense.

For kids, oggi e domani, prevede il contatto fra i bimbi e gli artigiani con dimostrazioni del loro saper fare: lavorazione della ceramica, della cartapesta, dei cestini in vimini e delle orecchiette. E poi le Botteghe Storiche, in cui far assaggiare ai bambini i sapori dimenticati (come lo spumone), la frutta dimenticata (come gelsi e carrube), il cibo da mangiare con gli occhi con la mostra fotografica di Aldo Summa. For kids, anche i costi: 12 degustazioni 15 euro, il singolo piatto 2 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I bambini imparano dagli chef

BrindisiReport è in caricamento