Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

Il comandante Valente: "Da ora gestione partecipata del porto"

“Ricordo che proprio perché si tratta di commissariamento, le attività non possono essere che quelle di ordinaria amministrazione, di conseguenza non saranno adottati atti che possono in qualche modo incidere sul futuro assetto del territorio”

BRINDISI – “La concessione delle banchine di Punta delle Terrare alla società Grimaldi, per venti anni, è il primo atto del quale mi occuperò: una delibera così importante per lo scalo, impone una riflessione seria, tanto più in un periodo come quello del commissariamento che, per legge, non può che attenersi all’ordinaria amministrazione”.

Non ha ancora messo piede nel palazzo dell’Authority, il comandante della Capitaneria di porto, Mario Valente, chiamato dal ministro dei Trasporti Graziano Delrio, a traghettare l’ente nella post presidenza firmata da Iraklis Haralambidis. Questione di ore, il tempo necessario che la burocrazia faccia il suo corso e che il decreto di nomina venga notificato al destinatario nonché al presidente, il cui mandato è scaduto l’8 giugno scorso, per poi essere prorogato sino al 23 luglio prossimo.

Ma il neo commissario sa bene che proprio il tempo non gioca a suo favore, visto che fra tre giorni è fissata la riunione del Comitato portuale, convocato da Haralambidis per affrontare il “caso Grimaldi”, a conclusione di un iter amministrativo iniziato nel mese di agosto 2014. Sa anche che le polemiche degli ultimi giorni sono state tante e soprattutto tali da spingere i massimi rappresentanti delle istituzioni locali, in qualità di componenti del Comitato, a chiedere un intervento immediato del ministro, allo scopo di scongiurare il rischio di monopolio, nel porto di Brindisi.

Ipotesi a cui hanno fatto riferimento i grillini in primis, poi il sindaco Mimmo Consales, in uno con i presidenti della Provincia Maurizio Bruno e della Camera di Commercio Alfredo Malcarne, a cui si è aggiunto il governatore della regione Puglia, Michele Emiliano.  Un intervento chiesto già all’inizio dell’estate dal senatore del Pd Salvatore Tomaselli per scongiurare un’ipoteca sul futuro dello scalo, in considerazione non solo della durata della concessione, ma dell’esenzione dall’obbligo di pagare i diritti portuali.

Fatto sta che gli sos partiti da Brindisi sono stati raccolti dal consigliere del ministro Ivano Russo, che dovrebbe essere in città a giorni, e passati a Delrio che, alla fine, ha ritenuto di mettere il punto all’esperienza di Haralambidis, scegliendo come commissario un tecnico, come il comandante Valente. Che, in quanto tale, sa bene quante e quali siano le problematiche dello scalo, a partire dalle tensioni interne.

“Continuare ad alimentare il fuoco delle polemiche non giova a nessuno, ma soprattutto strozza il nostro porto”, dice il commissario Valente. “Credo che non si possa pensare di lavorare senza la necessaria condivisione e per questo invito tutti gli operatori e le istituzioni alla massima collaborazione, in modo tale che la gestione commissariale sia partecipata e condivisa”.

“Ricordo che proprio perché si tratta di commissariamento, le attività non possono essere che quelle di ordinaria amministrazione, di conseguenza non saranno adottati atti che possono in qualche modo incidere sul futuro assetto del territorio”, tiene a sottolineare. Per chi ha orecchie per intendere, questo significa che il neo commissario ritirerà la proposta di delibera sulla concessione Grimaldi, lasciata in eredità dall’ormai ex presidente Haralambidis , se non addirittura che annullerà la convocazione stessa del comitato.

Intanto il commissario ha avuto modo di sentire e incontrare il suo predecessore: “E’ stato un incontro cordiale”, dice. “Ci rivedremo nella sede dell’Autorità portuale per il passaggio di consegne ufficiale, dopodiché saremo pronti per affrontare tutti i nodi presenti in Comitato, ascoltando le parti”. Altro non aggiunge Valente. Ma è già abbastanza per tracciare le linee guida del commissariamento deciso dal governo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il comandante Valente: "Da ora gestione partecipata del porto"

BrindisiReport è in caricamento