rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Economia

Il Comune si prende tutto l'ex Tommaseo, alla Provincia i terreni per due scuole nuove

BRINDISI - L'accordo coinvolge Regione, Provincia e Comune. L'obiettivo è quello, da un lato, di recuperare strutture da tempo abbandonate, dall'altro quello di costruire nuovi edifici scolastici risparmiando sugli attuali affitti. In soldoni, la Provincia cede al Comune la sua proprietà dell'ex Tommaseo, che diventerà un Centro Congressi, e in cambio riceve suoli per la costruzione di due scuole al rione Paradiso: è qui che saranno trasferite le sedi dello scientifico “Fermi” e dell'industriale “Majorana”.

BRINDISI - L'accordo coinvolge Regione, Provincia e Comune. L'obiettivo è quello, da un lato, di recuperare strutture da tempo abbandonate, dall'altro quello di costruire nuovi edifici scolastici risparmiando sugli attuali affitti. In soldoni, la Provincia cede al Comune la sua proprietà dell'ex Tommaseo, che diventerà un Centro Congressi, e in cambio riceve suoli per la costruzione di due scuole al rione Paradiso: è qui che saranno trasferite le sedi dello scientifico "Fermi" e dell'industriale "Majorana".

La firma è stata siglata questa mattina presso il Palazzo della Provincia. All'incontro erano presenti tra gli altri il presidente della Provincia Massimo Ferrarese, il sindaco Domenico Mennitti, l'assessore provinciale ai lavori pubblici Maurizio Bruno, l'assessore provinciale al Bilancio Enzo Baldassarre, l'assessore comunale ai lavori pubblici Cosimo Elmo, il dirigente comunale Pietro Cafaro, e per la Regione il dirigente Giovanni Vitofrancesco.

La Provincia di Brindisi aveva espresso la volontà di destinare l'ex Tommaseo a sede di istituti per l'istruzione secondaria superiore, riportandolo così alla sua storica destinazione, anche in considerazione dell'esigenza di dare una nuova sistemazione agli istituti scolastici che attualmente sono in locazione ma che risultano molto costosi per l'Ente (per il "Fermi", il Majorana" e il "Flacco" la Provincia paga un milione e 300mila euro all'anno di affitto). Il Comune, però, ha ritenuto non compatibile la proposta della Provincia con le destinazioni che ha in mente l'Amministrazione, e cioè quella di fare dell'ex Tommaseo un Centro Congressi, con una struttura che possa risultare utile sia in ambito culturale sia in ambito turistico. Il Comune di Brindisi ha infatti inserito il recupero dell'ex collegio Tommaseo nel quadro delle opere di riqualificazione e valorizzazione dell'intera area prospiciente il porto interno di Brindisi (il watefront della Brindisi città d'acqua), con investimenti già avviati. Per questo, il Comune si è detto disponibile a cedere alla Provincia aree di terreno del rione Paradiso, così da poter realizzare su quei suoli nuovi istituti scolastici (per una superficie totale di mq. 41.367).

"Il nostro obiettivo è sempre quello di mantenere livelli accettabili della spesa pubblica - ha detto il presidente della Provincia Massimo Ferrarese - ma senza che ci vadano di mezzo i servizi per i cittadini. La cifra per gli affitti di quelle scuole è molto alta, le trasferiremo al rione Paradiso con edifici ex novo. Lasciatemi comunque dire che sono molto contento dell'unità di intenti emersa dall'incontro di questa mattina".

D'accordo con lui anche il sindaco Domenico Mennitti: "Puntiamo alla valorizzazione anche di vecchi ruderi, che d'altra parte possono testimoniare il passaggio da una società all'altra. Siamo convinti di poter in tutti i casi costruire o valorizzare edifici che avranno lunga vita e di cui i brindisini potranno godere per tanto tempo. Anche la scelta del rione Paradiso è indicativa per un quartiere in forte ripresa, divenuto più accogliente e che d'altra parte è considerato non a torto uno dei biglietti da visita della città, vista la sua vicinanza con il mare".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune si prende tutto l'ex Tommaseo, alla Provincia i terreni per due scuole nuove

BrindisiReport è in caricamento