rotate-mobile
Economia

Il ministro ha firmato il decreto: al porto comincia l'era Haralambides

ROMA - E’ fatta, c’è il decreto del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli: Hercules Haralambides da questa mattina è il nuovo presidente dell’Autorità portuale di Brindisi. La designazione ufficiale è avvenuta oggi, Matteoli ha firmato contestualmente i quattro decreti che mettono fine alla vacatio ai vertici di altrettante Autorithy, tre delle quali pugliesi. Oltre a Brindisi, i decreti di nomina riguardano infatti i presidenti delle Autorità portuali di Bari, Francesco Mariani, di Taranto, Sergio Prete, e di Civitavecchia, Pasqualino Monti. In una nota a firma dello stesso dicastero si precisa che sulle nomine sono stati acquisiti i consensi del presidente della regione Lazio, Renata Polverini, e del presidente della regione Puglia, Nichi Vendola, ed i pareri consultivi favorevoli delle competenti commissioni parlamentari del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati.

ROMA - E' fatta, c'è il decreto del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli: Hercules Haralambides da questa mattina è il nuovo presidente dell'Autorità portuale di Brindisi. La designazione ufficiale è avvenuta oggi, Matteoli ha firmato contestualmente i quattro decreti che mettono fine alla vacatio ai vertici di altrettante Autorithy, tre delle quali pugliesi. Oltre a Brindisi, i decreti di nomina riguardano infatti i presidenti delle Autorità portuali di Bari, Francesco Mariani, di Taranto, Sergio Prete, e di Civitavecchia, Pasqualino Monti. In una nota a firma dello stesso dicastero si precisa che sulle nomine sono stati acquisiti i consensi del presidente della regione Lazio, Renata Polverini, e del presidente della regione Puglia, Nichi Vendola, ed i pareri consultivi favorevoli delle competenti commissioni parlamentari del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati.

In realtà, gli ultimi passaggi si sono consumati già dalla scorsa settimana, con la convocazione delle commissioni parlamentari che hanno espresso parere favorevole propedeutico alle designazioni. La nona commissione della Camera dei Deputati, nella seduta del 31 maggio, con trentaquattro voti favorevoli e tre contrari ha avallato la designazione del professore ellenico di Economia marittima. Larga maggioranza di consensi anche per Sergio Prete (34 su 37) e Francesco Palmiro Mariani (28 su 37) candidato presidente per Bari. L'ultimo scoglio, il parere consultivo dell'VIII Commissione (Lavori pubblici e comunicazioni) del Senato, è stato rimosso il giorno seguente. La commissione ha garantito identico consenso per i tre candidati pugliesi, ventuno su ventitré voti favorevoli.

Incassato il parere consultivo delle commissioni, il decreto di nomina non poteva essere che una formalità da licenziare nel più breve tempo possibile, dato che il governo si era già espresso positivamente su tutte le candidature, lo stesso le Regioni chiamati in causa. A questo punto non resta che attendere l'arrivo dei tre presidenti nei rispettivi posti di comando. Per Mariani, si tratta di una riconferma. Prete invece subentra a un lungo periodo di commissariamento. Ad Haralambides toccherà risollevare le sorti dell'Autorità portuale brindisina, concretizzando il sogno di restituire al porto l'ambito raccordo con i traffici internazionali, mercantili e non, lungo le rotte dell'Adriatico e del Mediterraneo. La Città d'Acqua comincia da qui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ministro ha firmato il decreto: al porto comincia l'era Haralambides

BrindisiReport è in caricamento