menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cybersecurity e trasporti: il programma del workshop

Si svolgerà il 24 maggio prossimo presso il Rosa Marina Resort di Ostuni il Global Space Economic Workshop sul tema “Space Cybersecurity for Mobility”

OSTUNI - Su iniziativa del Distretto tecnologico aerospaziale pugliese e (Dta) in collaborazione con l'Asi (Agenzia spaziale italiana) ed Esa (Agenzia spaziale europea) si svolgerà il 24 maggio prossimo presso il Rosa Marina Resort di Ostuni il Global Space Economic Workshop sul tema “Space Cybersecurity for Mobility”.

Il Workshop è una piattaforma che raduna i principali attori nazionali ed europei del settore spaziale e della mobilità ferroviaria, marittima e automobilistica e del mondo istituzionale per discutere le possibili iniziative di cooperazione nel campo della cybersecurity. I servizi spaziali (navigazione, osservazione della terra e telecomunicazione) a supporto dei sistemi di trasporto rappresentano una fondamentale tecnologia abilitante nei diversi settori dei trasporti (terra, aria, mare) per quanto riguarda la sicurezza, l'autonomia, la sostenibilità ambientale ed economica. Liberare le potenzialità dei sistemi spaziali e dei servizi da essi erogati diventa impossibile se non si individua nell'ambito dei programmi spaziali nazionali ed europei un programma che definisca la centralità della cyber security nei trasporti e che permetta di studiare le tecnologie, la loro integrazione e le potenzialità minacce. Di pari passo emerge la necessità di individuare strutture di servizio per effettuare prove integrate in ambienti realistici. Saranno questi i temi affrontati nella giornata del 24.

Alle diverse sessioni tematiche parteciperanno dirigenti dei maggiori gruppi europei di industrie spaziali e dei trasporti, università, autorità internazionali, referenti dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), del Ministero italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti, del Ministero della Difesa (SEGREDIFE), dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), e di altre agenzie spaziali nazionali ed europee per discutere di nuove collaborazioni e partnership per vincere i cambiamenti e le sfide che i futuri sistemi di mobilità pongono alla società.

Nella mattinata del 24 si discuterà di opportunità e sfide nei vari settori dei trasporti in collegamento con lo spazio. Nel pomeriggio si svolgeranno focus group con la partecipazione di rappresentanti delle agenzie pubbliche e delle aziende private per verificare le possibili interconnessioni e possibilità di progetti comuni nei campi dei servizi aerospaziali, dei trasporti, dell'automotive, delle infrastrutture, del traffico marittimo e di quello ferroviario.

Il presidente del Dta, Giuseppe Acierno, evidenzia che “sono innumerevoli le imprese impegnate nella progettazione di nuovi veicoli dotati Giuseppe Aciernodi guida autonoma che si pongono il problema della prevenzione.  In questo processo di trasformazione della mobilità e delle infrastrutture di trasporto va sempre più rafforzandosi il legame con le tecnologie spaziali a sostegno dello sviluppo di soluzioni di guida autonoma e di monitoraggio delle infrastrutture critiche”.  In questo scenario il distretto tecnologico aerospaziale in collaborazione con  ESA ed ASI, in previsione della conferenza ministeriale del 2019, ha aperto uno spazio di confronto e riflessione tra attori istituzionali ed industriali europei sul tema della space cybersecurity. Enti ed imprese , provenienti da più paesi europei che si confronteranno sugli scenari futuri avviando collaborazioni e cooperazioni  industriali capaci di favorire uno sviluppo di nuovi modelli operativi e di business”, conclude Acierno.

Luigi Pasquali-2Luigi Pasquali, Coordinatore delle Attività Spaziali di Leonardo,ricorda che “il controllo del traffico aereo richiederà nei prossimi anni sempre maggiore efficacia e capillarità (si pensi solo all’introduzione dei droni) ma anche flessibilità. Per questo beneficerà dei grandi progressi offerti dall’intelligenza artificiale: dalla machine learning all’utilizzo dei big data, fino all’utilizzo della connettività satellitare per la sorveglianza delle rotte. L’obiettivo è di garantire una maggiore sicurezza del trasporto aeronautico ottimizzando efficienza e costi”. “Il gruppo Leonardo è impegnato in questo settore con tutte le sue divisioni e con la controllata Telespazio, in uno sforzo che, anche con il supporto fondamentale di ESA ed ASI, mira a una sempre maggiore integrazione tra sistemi spaziali e ATM (Air Traffic Management)”, evidenzia ancora Pasquali.

L'evento del 24 maggio sarà preceduto e seguito da due altre iniziative messe in campo dal Dta (Distretto tecnologico aerospaziale).Il 23 maggio a Brindisi si svolgerà la cerimonia di premiazione del concorso al quale hanno partecipato 3000 studenti pugliesi, dal titolo “Destinazione Futuro. Più spazio alla scuola” alla presenza dell'astronauta francese Jean Francois Clervoy. L'obiettivo è quello di rafforzare l'interesse degli studenti per le materie scientifiche. Il 25 maggio, in mattinata, a Rosa Marina di Ostuni si svolgerà una tavola rotonda sul ruolo di guida delle donne nel settore dell'aerospazio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento