Il traffico aereo frena, bene Brindisi

BRINDISI - Traffico negli aeroporti in frenata a novembre 2011, con varie eccezioni, però, inclusa quella di Brindisi. Un modesto +0,3% rispetto allo stesso mese del 2010, il dato complessivo italiano. Un risultato ben lontano dalla media registrata da inizio 2011, pari al +6,7%. Secondo gli ultimi dati di Assaeroporti, diffusi dall'Osservatorio nazionale del turismo, la flessione è dovuta all'andamento dei voli internazionali (-1,1%), per la prima volta in negativo nel 2011, mentre i passeggeri continuano ad aumentare sui voli nazionali (+2,4%), anche se in misura inferiore rispetto ai mesi precedenti.

L'Aeroporto del Salento

BRINDISI - Traffico negli aeroporti in frenata a novembre 2011, con varie eccezioni, però, inclusa quella di Brindisi. Un modesto +0,3% rispetto allo stesso mese del 2010, il dato complessivo italiano. Un risultato ben lontano dalla media registrata da inizio 2011, pari al +6,7%. Secondo gli ultimi dati di Assaeroporti, diffusi dall'Osservatorio nazionale del turismo, la flessione è dovuta all'andamento dei voli internazionali (-1,1%), per la prima volta in negativo nel 2011, mentre i passeggeri continuano ad aumentare sui voli nazionali (+2,4%), anche se in misura inferiore rispetto ai mesi precedenti.

Il calo di traffico colpisce i due principali aeroporti del Paese: Roma Fiumicino (-0,7%) e Milano Malpensa (-5,6%). Fiumicino, contrariamente a quanto avviene nella maggior parte degli altri terminal italiani, ha perso passeggeri sui voli nazionali, guadagnandone invece sui voli internazionali. Male, tra i primi dieci scali per numero di passeggeri, anche Bologna (-7,2%) e Roma Ciampino (-2,6%). Buone percentuali di crescita per Milano Linate (+4,1%), Bergamo Orio al Serio (+5%) e Catania Fontanarossa (+5,6%).

Scorrendo i risultati della top ten degli aeroporti italiani, solo Venezia mostra un incremento del traffico a doppia cifra (+36,5%), dovuto, però, allo spostamento sul Marco Polo dei voli dell'Antonio Canova di Treviso, chiuso per lavori di adeguamento da giugno a dicembre 2011. Tra gli scali più piccoli, pare inarrestabile la marcia di Rimini, +87,1% a novembre; complessivamente, il traffico del Federico Fellini è cresciuto del 64,7% dall'inizio dell'anno. Dati positivi sono giunti anche da Brindisi (+15,4%) e Lamezia Terme (+16,4%). Ancora in sofferenza Trapani Birgi: -16,7% a novembre.

La persistente incertezza economica mondiale, secondo la IATA, porterà probabilmente a un generale ulteriore indebolimento dell'industria aerea globale nel 2012.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento