Economia

"Impianto a gas nel porto, dovrà essere scelta condivisa con la città"

L'onorevole D'Attis: "Chiederò al presidente Patroni Griffi di organizzare un incontro con i rappresentanti delle istituzioni"

BRINDISI -  " L'idea progettuale del gruppo Edison relativa alla realizzazione di un impianto per rifornire di gas navi e tir rappresenterebbe senza dubbio una grande opportunità per il porto di Brindisi, ma occorre piena condivisione con la città". Così l'onorevole brindisino, Mauro D'Attis, di Forza Italia.

Mauro D'Attis"L'investimento denderebbe possibile, infatti, una maggiore competitività dello scalo in uno scenario in profonda evoluzione come quello del Mediterraneo. D’altra parte, un impianto di tale rilevanza richiede la piena consapevolezza del territorio e non può essere di esclusiva pertinenza dell'Autorità di Sistema Portuale", sostiene il parlamentare. "Occorre una piena condivisione dei cittadini e degli operatori economici interessati. Proprio per questo chiederò al presidente Patroni Griffi di ospitare un incontro istituzionale finalizzato ad assumere decisioni così importanti con un ampio consenso. A questo appuntamento dovranno assicurare la loro presenza i rappresentanti di Brindisi nelle istituzioni nazionali, regionali e locali nonché quelli  delle associazioni economiche e ambientali. Brindisi non può perdere questa opportunità e, al contrario del passato, le scelte dovranno essere consapevoli e condivise .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Impianto a gas nel porto, dovrà essere scelta condivisa con la città"

BrindisiReport è in caricamento