Economia

Videocontrollo al posto del personale: "Verso la soppressione del centro Enav"

Incontro in Regione fra l'ente e i sindacati. Il consigliere Bruno: "Si convochi tavolo con tutti i parlamentari del territorio"

BRINDISI - E’ più concreta che mai l’ipotesi di soppressione del centro di controllo del traffico aereo di Brindisi, gestito dall’Enava. I rappresentanti dei sindacati Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Unica hanno incontrato stamattina l’ente, confrontandosi sul contestato piano industriale. L’incontro si è svolto presso la commissione Sviluppo economico della Regione Puglia, su richiesta del consigliere regionale Maurizio Bruno (Pd). Questi rimarca come la soppressione del centro si accompagnerebbe alla sostituzione del personale con un sistema di videocontrollo, comportando quindi “la perdita di un enorme numero di posti di lavoro e il demansionamento del personale”.

Incontro Enav 2-2

I sindacati hanno espresso tutta la loro contrarietà nei confronti di una scelta che “anziché prevedere il potenziamento di un impianto di eccellenza del Sud, quale è quello di Brindisi – afferma Bruno - ne impone di fatto la soppressione”. “Al fine di scongiurare un simile esito, nel corso della riunione, con il presidente della Commissione Francesco Paolicelli e il consigliere regionale Alessandro Leoci ho chiesto e ottenuto – prosegue Bruno - l’impegno a convocare il prima possibile tutti gli attori istituzionali coinvolti nella vicenda. Inclusi i parlamentari di ogni partito e schieramento del territorio che hanno già mostrato identica preoccupazione e interesse su una questione che rischia di privare di fondamentali risorse e professionalità l’intero settore aeronautico del territorio”.
.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Videocontrollo al posto del personale: "Verso la soppressione del centro Enav"

BrindisiReport è in caricamento