Nodo retribuzioni: intesa fra i sindacati e T.I. group automotive

Positivo l'incontro in call conferenze fra l'azienda, Rsu e segreterie territoriali. Accolte numerose proposte dei sindacati

BRINDISI – Positivo l’incontro in conference call fra i rappresentanti dell’azienda T.I. group automotive fluid system di Brindisi e la Rsu e le segreterie territoriali, riguardo alle modalità di pagamento delle retribuzioni e a una serie di misure da adottare nella fabbrica. 

“Il nodo cruciale dell'incontro - si legge in una nota a firma del segretario territoriale della Fiom Cgil Brindisi, Angelo Leo - è stata soprattutto la definizione delle modalità di pagamento delle prossime retribuzioni. L'azienda ha confermato l'intenzione di anticipare la cassa nei prossimi pagamenti. Come soluzione per mitigare l'impatto sul mese corrente proponendo nuovamente un anticipo al 27 di maggio con saldo al 10 di giugno”. 

“La trattativa sindacale intercorsa in questi ultimi giorni – prosegue Leo-  ha portato ad ottenere un anticipo di 1000 euro lordi sul mese corrente. Il negativo che si genera sull'anticipo verrà decurtato dall'aumento salariale di 1.150 euro firmato nell'accordo con Fiom e Fim nel 2019. Su questo punto la trattativa ha portato ad un allineamento con quanto fatto nel sito di Busalla, ma non solo”. La Fiom ha richiesto “che lo stesso anticipo venga riproposto anche nel mese di giugno, trovando parere favorevole da parte dell'azienda”. Sono stati discussi altri punti richiesti dall'Rsu: due giorni di ferie in più a giugno per chi lavora meno del 50 per cento, con parere favorevole da parte dell'azienda”.

Una parte cospicua dell’incontro virtuale è stata dedicata a una serie di richieste avanzate dai sindacati. Nello specifico l’azienda ha dato l’ok all'uso di altri locali come spogliatoi, all’apertura della saletta mensa per i lavoratori con turno giornaliero, ai ticket restaurant da 8 euro, ma per ora solo ai lavoratori che in futuro andranno a lavorare il sabato o domenica. Via libera anche alla distribuzione di acqua gratuita per tutti i lavoratori, con erogazione di una bottiglietta a lavoratore per turno, oltre a una revisione del costo al ribasso rispetto all'attuale sull'acqua erogata dalle macchinette.  “La Fiom – conclude Leo - ritiene che la discussione e la trattativa sia stata positiva e soddisfacente e che abbia portato ad un buon accordo visto l'attuale situazione di crisi dovuta al coronavirus”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento