menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Interreg Grecia-Italia: un'occasione da non perdere. Politica avvisata

Arriva una nuova occasione dai fondi comunitari per realizzare progetti di crescita territoriale anche per la provincia di Brindisi. Un banco di prova per le amministrazioni locali che hanno promesso impegno per lo sviluppo e per le infrastrutture

BRINDISI - Arriva una nuova occasione dai fondi comunitari per realizzare progetti di crescita territoriale anche per la provincia di Brindisi. Un banco di prova per le amministrazioni locali che hanno promesso impegno per lo sviluppo e per le infrastrutture. Si vedrà se ci sono davvero idee concrete, oppure se si perderà un altro treno importante. BrindisiReport, in questo articolo, ne lancia alcune, legate ai bisogni affiorati in questi anni, ovviamente considerando le aree di intervento indicate dal bando.

Intanto ecco di cosa si tratta. Il Programma di Cooperazione Transfrontaliera Grecia-Italia Interreg VA lancia la prima call della Programmazione 2014-2020 dedicata ai progetti ordinari con una dotazione finanziaria disponibile di 53.148.184 euro. La scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è il 15 ottobre 2016. La progettazione dovrà interessare i tre Assi Prioritari del Programma. Si presume che debbano essere le amministrazioni comunali e quelle provinciali a fare da capofila.

Asse 1 Innovazione e Competitivitàfinalizzata a realizzare servizi di sostegno all'innovazione e all'incubazione di micro e piccole imprese innovative. Asse 2 Gestione integrata dell’ambiente che riguarda progetti di valorizzazione del patrimonio culturale e delle risorse naturali, il miglioramento della gestione e della governance per la biodiversità degli ecosistemi e lo sviluppo di tecnologie innovative per la riduzione dell’inquinamento. Asse 3 Sistema dei Trasporti Multimodale sostenibile che investe in progetti di promozione a livello transfrontaliero del trasporto marittimo, finalizzati al migliore coordinamento tra gli stakeholders nel settore dei trasporti

Il bando definisce la tipologia dei soggetti ammissibili a finanziamento che dovranno essere localizzati per la Puglia nelle Province di Foggia, Bari, Brindisi, Lecce, Barletta-Andria-Trani (Bat) e Taranto e per la Grecia nella Regione della Grecia Occidentale (Aitoloakarnania, Achaia, Ileia) nella Regione delle Isole Ionie (Zakynthos, Kerkyra, Kefallinia, Lefkada) e nella Regione dell’Epiro (Thesprotia, Ioannina, Preveza).

grecia-italia-2

Ogni progetto, della durata massima di 24 mesi, potrà avere un minimo di 3 fino ad un massimo di 5 partner coinvolti. Il budget di ciascun progetto potrà oscillare da un minimo di 600.000,00 euro fino a 1.000.000 euro, con un’estensione a 3.000.000 per l’Asse 2 e Asse 3, qualora i progetti prevedano interventi di natura infrastrutturale.

“Un’altra grande opportunità per favorire la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva del nostro territorio – ha detto Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia -. L’Europa dimostra di essere parte integrante nel processo di sviluppo dell’area del Mediterraneo favorendo la cooperazione strategica fra la Grecia e l’Italia. Impegno, passione e professionalità dovranno essere i principi guida delle nuove progettualità, con l’intento di generare benessere sociale ed economico e migliorare la vita dei cittadini”. 

Cosa si potrebbe fare a Brindisi e provincia? Ricordiamo che lo sviluppo del traffico passeggeri e ro-ro-del-porto di Brindisi non ha strutture di servizio all'altezza della situazione e degli obiettivi di crescita. Si può progettare per l'Asse 3 l'ulteriore miglioramento dei percorsi dedicati rete stradale - area di Costa Morena, stazione ferroriavia - Costa Morena, aeroporto - Costa Morena per i Tir, con la realizzazione di un sistema di servizi a camionisti e passeggeri delle linee con la Grecia, in partnership tra Comune capoluogo, Stp, nuova Autorità unica di sistema portuale, privati. Cui aggiungere una vera circolare del mare che porti in città i passeggeri e i camionisti in attesa degli imbarchi serali, ma anche i diportisti che scendono al marina di Bocche di Puglia, dove un servizio navetta portuale sarebbe utilissimo.

Considerando il porto un waterfront non solo della città di Brindisi, ma dell'intera provincia, con l'Asse 2 si possono creare e proporre a finanziamento percorsi culturali e ambientali progettati da una rete di Comuni e aree protette, assieme a Stp e privati, per il turismo di transito oltre che per quello stagionale. Per l'Asse 1, la Provincia può valorizzare le strutture di Cittadella della Ricerca per ospitare, in partnership con le università, spin-off e nuove imprese in quello dei trasferimenti di innovazione tra questo territorio e la Grecia. Bisogna cominciare subito a lavorare partendo dalle criticità presenti e dalle risorse sottoutilizzate del territorio. Il 15 ottobre è vicinissimo.

È possibile consultare e scaricare tutta la documentazione del bando al seguente link: https://www.europuglia.it/index.php/archivio-news/239-home/7320-programma-grecia-italia-2014-2020-aperta-la-prima-call-per-progetti-ordinari

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento