menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Atr 72 - 600

Atr 72 - 600

La giapponese Link compra tre Atr

Il produttore europeo di aerei turboelica Atr e la nuova compagnia aerea regionale nipponica Link sono lieti di annunciare l’ingresso degli Atr sul mercato giapponese, rimasto tra gli ultimi paesi asiatici non ancora raggiunti dal costruttore europeo. Link inizierà le attività a partire dal 2013 con l’introduzione in flotta di tre Atr 72-600 in leasing. La consegna dei velivoli inizierà nell’ultimo periodo dell’anno. L’importante annuncio è stato dato in occasione del Japan Aerospace Airshow, in corso a Nagoya, in Giappone.

Il produttore europeo di aerei turboelica Atr e la nuova compagnia aerea regionale nipponica Link sono lieti di annunciare l'ingresso degli Atr sul mercato giapponese, rimasto tra gli ultimi paesi asiatici non ancora raggiunti dal costruttore europeo. Link inizierà le attività a partire dal 2013 con l'introduzione in flotta di tre Atr 72-600 in leasing. La consegna dei velivoli inizierà nell'ultimo periodo dell'anno. L'importante annuncio è stato dato in occasione del Japan Aerospace Airshow, in corso a Nagoya, in Giappone.

L'ingresso di questi tre Atr 72-600 da 70 posti sul mercato giapponese costituisce una pietra miliare di fondamentale importanza per Atr, già solidamente presente in Asia e nella regione del Pacifico con circa 250 aerei, attualmente operati da circa 50 compagnie aeree in 25 paesi. Gli Atr 72-600 della Link saranno equipaggiati con i nuovi motori Pratt & Whitney 127M, il nuovo cockpit digitale sviluppato da Thales e la nuova cabina Armonia, sviluppata dal designer italiano Giugiaro e caratterizzata da un layout più moderno e dalle tecnologie più avanzate per un maggior comfort del passeggero.

Koichi Sugiyama, amministratore delegato di Link, ha dichiarato: "L'Atr 72-600 risponde perfettamente alle nostre necessità, in termini di costi operativi, di tecnologie all'avanguardia e di comfort ottimale. E' l'aereo da 70 posti con la certificazione più recente sul mercato e siamo orgogliosi di avviare la nostra attività con un velivolo così moderno, apprezzato e di successo".

Filippo Bagnato, amministratore delegato di Atr, ha così commentato : "Questo è un giorno molto importante per Atr. Stiamo entrando in un mercato nuovo ed enorme che potrebbe rappresentare per noi importanti opportunità commerciali in un paese che conta circa 130 milioni di abitanti. L'ingresso in servizio dei nostri Atr 72-600 con la Link rappresenta per noi un'ulteriore opportunità di consolidare il nostro 70 posti come prodotto di riferimento per le tratte regionali. L'Atr 72-600 coniuga i costi operativi e di manutenzione più bassi del mercato con gli strumenti di navigazione più avanzati per assicurare prestazioni ottimali. In aggiunta, siamo lieti di portare in Giappone un velivolo ampiamente riconosciuto come il più 'verde' tra tutti gli aerei regionali".

Giuseppe Giordo, amministratore delegato di Alenia Aermacchi ha detto: "Un altro grande successo del consorzio italo-francese Atr - di cui siamo azionisti al 50% - e ottime prospettive per tutta l'industria aeronautica italiana, comprese le Pmi che lavorano nella subfornitura delle componenti 'made in Italy' ". I bimotori Atr realizzati da Alenia Aermacchi e Eads entrano per la prima volta sul mercato giapponese. Un tempo patria di prodotti di alta tecnologia esportati in tutto il mondo, oggi, in campo aeronautico, il Giappone diventa terra di conquista dei costruttori europei. Con l'ingresso su un mercato potenziale di 130 milioni di utenti, il consorzio Atr completa la sua penetrazione commerciale nella regione dell'Asia - Pacifico dove già volano oltre 250 aerei di questo tipo.

Per tutti gli Atr Alenia Aermacchi realizza l'intera fusoliera, completamente equipaggiata e gli impennaggi di coda verticale ed orizzontale del velivolo, questi ultimi interamente realizzati in materiale composito. La fusoliera viene realizzata e assemblata nello stabilimento di Pomigliano d'Arco, nei pressi di Napoli, ed alcune delle parti che la compongono sono prodotte anche nello stabilimento di Nola (NA). Gli impennaggi di coda sono realizzati ed assemblati nello stabilimento Alenia Aermacchi di Foggia, specializzato nelle lavorazioni in materiale composito. Inoltre, Alenia Aermacchi è responsabile delle modifiche, del supporto logistico e della realizzazione delle parti di ricambio delle componenti prodotte negli stabilimenti italiani.

Atr 72-600 Capacità Passeggeri: 68-74 posti, motori Pratt & Whitney Canada PW 127M, potenza massima al decollo: 2,750 cavalli di potenza per motore, peso massimo al decollo: 23,000 Kg, carico massimo: 7,500 Kg, autonomia massima carico pagante: 900 miglia nautiche (1,665 Km).

Link: Link Inc, fondata il 5 aprile 2012 con lo scopo di operare nel mercato del trasporto aereo regionale giapponese, ha come obiettivo quello di avviare le attività commerciali nell'anno 2013 con tre ATR72- 600 sulle tratte interne, collegando gli aeroporti principali del Giappone con quelli locali, ed operando anche tratte internazionali a breve raggio.

Atr: Fondata nel 1981, Atr è oggi leader mondiale nel mercato degli aeromobili regionali fino a 90 posti. Dalla sua fondazione, Atr ha venduto più di 1.200 velivoli e conta oggi 186 operatori con base in 90 paesi. Gli Atr hanno registrato fino ad oggi un totale di oltre 21 milioni di ore di volo. Atr è controllata pariteticamente da due tra i principali player europei nel settore aeronautico, Alenia Aermacchi (una società del Gruppo Finmeccanica) e Eads, che ha il suo quartier generale a Tolosa, in Francia. Atr è un'azienda certificata ISO 14001, la norma di riferimento internazionale in campo ambientale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento