menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In alto e di seguito alcuni momenti del consiglio provinciale

In alto e di seguito alcuni momenti del consiglio provinciale

La Provincia proroga per un mese gli affidamenti alla Santa Teresa

Con nove voti a favore ed un astenuto è stata approvata quest'oggi (30 giugno) durante il consiglio provinciale di Brindisi, la proroga degli affidamenti alla società Santa Teresa fino al 31 luglio 2016

BRINDISI - Con nove voti a favore ed un astenuto è stata approvata quest’oggi (30 giugno) durante il consiglio provinciale di Brindisi, la proroga degli affidamenti alla società Santa Teresa fino al 31 luglio 2016.

consiglio provinciale Santa Teresa 2-2-2

Dopo la caotica giornata di ieri, che ha visto diversi dipendenti della società in house della provincia di Brindisi salire sui tetti dell’ente per protestare contro una situazione di incertezza per quanto riguarda il loro futuro, oggi il consiglio provinciale si è svolto in un contesto di relativa calma. Certo, non sono mancate le proteste, le lamentele, da parte dei “lavoratori in arancione”, ma il consiglio, dopo gli interventi di alcuni consiglieri provinciali, ha deciso di prolungare per un mese, fino al 31 luglio, gli affidamenti, e quindi le retribuzioni, alla società che si occupa di tutti i servizi strumentali all’attività dell’ente.

consiglio provinciale Santa Teresa 1-2

Una soluzione che non soddisfa pienamente i lavoratori della Santa Teresa, ma che, a detta del presidente della Provincia, Michele Bruno, “rappresenta la scelta più giusta da prendere, per assicurare il lavoro e gli stipendi, interi, ai dipendenti”.

Al centro delle polemiche i 5,8 milioni di euro che la Regione ha sbloccato per la provincia di Brindisi, i dipendenti della Santa Teresa chiedono che la cifra venga destinata esclusivamente per risollevare i destini della suddetta società, cosa che non trova d’accordo l’ente che vorrebbe destinarla invece per coprire i costi di gestione dell’intero personale.

La situazione non è delle più semplici, soprattutto a fronte dei tagli annunciati, pari al 150 per cento delle entrate destinate all’ente, che renderebbero, già dai prossimi giorni, impossibile sostenere il pagamento degli stipendi di tutti i dipendenti della provincia.

Oggi, con l’approvazione della delega che proroga per un solo mese gli affidamenti della Santa Teresa, si è tamponata un’emorragia che è destinata, però, allo scadere della proroga, a riaprirsi, causando, probabilmente, ancora più danni ad un tessuto sociale sempre più lacerato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento