Economia Carovigno

La Regione cofinanzia con i fondi Pia l'allargamento del Riva Marina Resort

L’investimento complessivo, distribuito tra Specchiolla sulla costa di Carovigno e Torre S. Giovanni sulla costa ionica salentina, sarà di poco superiore ai 12 milioni di euro dei quali poco meno della metà costituiti da un incentivo regionale, grazie al Programma integrato di agevolazione – Turismo della Regione Puglia

L’investimento complessivo, distribuito tra Specchiolla sulla costa di Carovigno e Torre S. Giovanni sulla costa ionica salentina, sarà di poco superiore ai 12 milioni di euro dei quali poco meno della metà costituiti da un incentivo regionale, grazie al Programma integrato di agevolazione – Turismo della Regione Puglia. Via libera oggi al progetto esecutivo, approvato dalla giunta regionale, dal Consorzio Turismo Salentino, costituito dalle imprese Riva Marina Resort Beach Club Srl di cui è amministratore unico l’imprenditore salentino Fioravante Totisco, e Modoni Building Srl di cui è amministratore unico l’imprenditore barese Vittorio Andidero,  per la realizzazione di interventi dell’importo complessivo di  12.096.294,60.

Riva Marina Resort Beach Club Srl realizzerà con il concorso finanziario del Pia Turismo, nello stesso complesso di Riva Marina a Specchiolla, altre 164 camere, una piscina semi-olimpionica, una tensostruttura, un parco giochi per bambini e un percorso per diversamente abili. Vale la pena ricordare, come nota di cronaca, che il resort nacque dopo l’acquisto da parte di una società di Fioravante Totisco delle strutture al centro del presunto “giallo” delle villette a forma di svastica (una bufala che ha interessato anche alcuni quotidiani nazionali per non più di un giorno), poi debitamente ristrutturate.

La Modoni Building Srl invece realizzerà un albergo a quattro stella recuperando una masseria di inizio Novecento in località Centro Colonico di Torre San Giovanni, Marina di Ugento. L’albergo avrà 20 suite e sei camere matrimoniali per un totale di 92 posti letto, con una sala ristorante e una piscina. Per l’operazione, la società ha richiesto l’autorizzazione prevista dal decreto legislativo 42/2004 poiché la masseria da ristrutturare è sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione cofinanzia con i fondi Pia l'allargamento del Riva Marina Resort

BrindisiReport è in caricamento