rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Economia

La stampa insorge contro Haralambides

BRINDISI - Ad Haralambides va riconosciuto un grande merito: ha riunito contro di se l'intera città (eccezion fatta per Ferrarese, Rollo e Argese) e perfino tutte le testate giornalistiche, che hanno firmato una protesta ufficiale contro i comportamenti del presidente dell'Autorithy, che non rispetta la libertà di stampa e di informazione.

BRINDISI - Al presidente Hercules Haralambides bisogna riconoscere un grande merito: dopo aver unificato istituzioni e componenti del comitato portuale (tutti contro il greco e la sua volontà di nominare Manlio Guadagnuolo segretario generale dell'Autorità portuale) ha messo d'accordo anche la stampa locale, che in un comunicato inviato questa mattina all'Ordine dei giornalisti della Puglia (e al presidente della Giunta regionale, al sindaco di Brindisi a tutti i componenti del comitato portuale oltre che, ovviamente, al diretto interessato, Haralambides) definiscono un atto gravissimo il fatto di aver convocato all'ultima conferenza stampa del presidente soltanto due quotidiani, non consentendo la partecipazione ad altri giornalisti e perfino a fotografi e cameramen.

«Il presidente Haralambides, nella giornata mondiale della Libertà di stampa, si è reso responsabile di un grave insulto nei confronti della nostra categoria e della nostra professionalità. Gli ricordiamo che in Europa e in Italia, e dunque anche a Brindisi, alle conferenze stampa è d'uso invitare tutti i giornalisti, di tutti i mezzi d'informazione, senza scegliere tra testate gradite e sgradite. Perché nei paesi democratici esistono il diritto d'informazione ed il diritto di critica. E un professore universitario dovrebbe esserne al corrente. Ci auguriamo che questo sia solo l'ultimo di una serie di strani atteggiamenti, e che già da domani il suo modo di fare nei confronti dell'informazione locale possa tornare normale».

La nota è stata sottoscritta dalle seguenti testate: Puglia Tv, Studio 100, Telerama, Blustar Tv, Agenda Brindisi, Brindisi Oggi, Gazzetta del Mezzogiorno, Brundisium.net, TeleBrindisi WebTv, Il Nautilus, Brindisi Report. Su quanto accaduto è intervenuto anche il delegato provinciale di Assostampa Puglia, Vincenzo Sparviero: «Desta stupore e meraviglia, oltre che preoccupazione, l'atteggiamento tenuto dal presidente dell'Autorità portuale Haralambides che - disattendendo al ruolo istituzionale che ricopre - non solo non ha rilasciato dichiarazioni sull'attività svolta ma ha "scelto" solo due giornalisti con cui parlare, mettendo alla porta gli altri colleghi. L'Associazione della stampa condanna con forza tale atteggiamento e denuncia pubblicamente il discutibile comportamento di questo rappresentante delle istituzioni che non trova riscontri nella storia dell'Autorità Portuale: un ente sempre corretto nei confronti della stampa e pronto anche a dibattere sulle critiche in maniera sempre civile e corretta».

La conclusione dell'Assostampa è pesantissima: «Haralambides ha assunto un atteggiamento che riporta il dialogo tra istituzioni e stampa ai tempi bui delle dittature, quando ad essere pubblicate erano sempre e soltanto le notizie favorevoli al regime a tutto danno della democrazia e del vivere civile. I giornalisti brindisini prendono atto di tale comportamento che l'Assostampa stigmatizza fortemente e denuncia ai più alti livelli, nella speranza che episodi del genere possano non ripetersi in una città che si è sempre distinta - anche nei momenti più difficili - per il dialogo sempre costruttivo tra organi di informazione e istituzioni».

Il comportamento anti-stampa di Haralambides è stato stigmatizzato da esponenti di destra (Iurlaro) e sinistra (il sindaco Consales e Riccardo Rossi). Gli unici a non aver detto ancora una parola sono stati i centristi di Udc e Noi Centro, ai quali evidentemente il professore greco va benissimo. E, a tal proposito, segnaliamo che nei giorni scorsi nella sede del presidente Massimo Ferrarese (che però era assente) si sono incontrati il segretario dell'Udc Ciro Argese, il consigliere regionale e presidente dell'Asi Marcello Rollo e Manlio Guadagnuolo. L'uomo che Haralambides vorrebbe come segretario generale. Era la vigilia del comitato portuale saltato. Sarà stato un caso?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La stampa insorge contro Haralambides

BrindisiReport è in caricamento