Revisud, nodo cassa integrazione: chiesto intervento della prefettura

Incontro fra il capo di Gabinetto e i segretari dei sindacati Fiom Cgil e Ugl. I lavoratori attendono la cassa integrazione di aprile

BRINDISI - La prefettura di Brindisi interviene a sostegno dei lavoratori Revisud, che non hanno ricevuto la cassa integrazione del mese di aprile per la ritardata consegna degli Sr 41 all’Inps. I dipendenti, esasperato dal ritardo, si sono rivolti alla Fiom Cgil e alla Ugl Brindisi. I segretari delle organizzazioni sindacali, rispettivamente Angelo Leo e Damiano Flores, sono stati ricevuti dal capo dell’ufficio di gabinetto, Maria Antonietta Olivieri, scongiurando così un possibile sit in, iniziativa che sarebbe stata in contrasto con le misure anti contagio da coronavirus. 

“Non solo ma la dottoressa Olivieri – si legge in una nota a firma di Angelo Leo -  ha assicurato un intervento nei confronti dell'azienda per quanto tardivamente adempiente e scongiurare che il prossimo mese succeda la stessa cosa. Inoltre la Prefettura interverrà a favore dei lavoratori per sollecitare L'Inps per la più rapida liquidazione della cassa integrazione di aprile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento