Economia

Snobbati dai turisti in camper o con tenda: lo dicono i dati di una ricerca nazionale

Non siamo attrezzati adeguatamente per ospitare camperisti e campeggiatori, o facciamo una scarsa promozione verso questo tipo di turismo? C'è sicuramente l'esigenza di analizzare il problema, se i dati diffusi dall'associazione italiana de produttori camper dicono che il flusso maggiore interessa regioni come Lombardia e Veneto

Non siamo attrezzati adeguatamente per ospitare camperisti e campeggiatori, o facciamo una scarsa promozione verso questo tipo di turismo? C'è sicuramente l'esigenza di analizzare il problema, se i dati diffusi dall'associazione italiana de produttori camper dicono che il flusso maggiore interessa regioni come Lombardia e Veneto, e snobba invece regioni gettonatissime dal turismo che si orienta verso residence, alberghi, e strutture abitative private, includendo Puglia e provincia di Brindisi nella lista dei territori che non hanno puntato adeguatamente sui visitatori in tenda, roulotte o caravan. Sono 2,7 milioni i turisti stranieri che visiteranno l'Italia in camper, caravan o tenda, pari a circa il 6% del movimento turistico totale internazionale nella nostra Penisola ed equivalenti a 22,9 milioni di notti trascorse in campeggi, punti di sosta o aree attrezzate per un fatturato di 1,1 miliardi di euro.

I dati sono come già detto dii Apc - Associazione Nazionale Produttori Camper - secondo cui sempre più stranieri scelgono l'Italia per una vacanza in autocaravan, caravan o tenda, una tendenza che registra un incremento annuo dell'1,5 per cento. Per lo piu' si tratta di visitatori provenienti da Germania, Olanda, Austria e Francia, che rappresentano circa il 76% dei flussi generali e il 75% della spesa totale per turismo incoming in liberta'. Secondo la ricerca Apc, per quanto riguarda le destinazioni preferite dai cosiddetti 'turisti in liberta" in testa c'è il Veneto, scelto in media da almeno un  turista straniero su 4, seguito dal Trentino Alto Adige, dalla Lombardia e dalla Toscana.

Agli ultimi posti della classifica le regioni del Centro Sud. Infatti in fondo alla classifica delle regioni piu' frequentate dai camperisti finiscono la Calabria, l'Abruzzo, la Puglia, la Sicilia dove, nonostante gli splendidi paesaggi, questo turismo è quasi completamente assente. Tra le cause, Gianni Brogini, direttore marketing Apc, cita la mancanza di adeguata promozione. "Da regioni come l'Abruzzo, la Calabria, la Sardegna - dice Brogini - sono mancate azioni mirate in Italia e all'estero. Pensiamo alla Sardegna una terra adattissima ai camper, ma sostanzialmente fanalino di coda. La ricettività ci sarebbe, ma è stata assente una strategia verso questo settore turistico". Insomma, è necessaria una svolta anche in questo settore.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Snobbati dai turisti in camper o con tenda: lo dicono i dati di una ricerca nazionale

BrindisiReport è in caricamento