Economia

Avio Aero Brindisi consegna la turbina per l'ottava fregata Fremm italiana

Avio Aero, controllata da General Electric Aviation, fornirà la turbina a gas aeroderivata LM2500+G4 all'ottava fregata Fremm della Marina Militare Italiana. Sono 17 le turbine a gas LM2500+G4 che grazie ad Avio Aero garantiscono la propulsione al programma italo-franco-marocchino Fremm, che conta otto navi destinate alla Marina Militare Italiana, otto per quella francese e una per la Marina Reale Marocchina

BRINDISI - Avio Aero, controllata da General Electric Aviation, fornirà la turbina a gas aeroderivata LM2500+G4 all’ottava fregata Fremm della Marina Militare Italiana. Sono 17 le turbine a gas LM2500+G4 che grazie ad Avio Aero garantiscono la propulsione al programma italo-franco-marocchino Fremm, che conta otto navi destinate alla Marina Militare Italiana, otto per quella francese e una per la Marina Reale Marocchina.

Giulio Ranzo, strategic marketing & product leadership di Avio Aero, afferma: "Lavoriamo da tempo e con soddisfazione al fianco della Marina Militare Italiana all’assemblaggio e alla manutenzione dei moduli delle turbine a gas GE LM2500 e LM2500+G4 che motorizzano la portaerei italiana Cavour e le fregate italo-franco-marocchine Fremm. In totale, le turbine a gas GE LM2500 danno la propulsione a sette classi di navi della nostra Marina".

Per il programma Fremm, Avio Aero si occupa dell’assemblaggio della turbina all’interno di un modulo di propulsione prodotto a Brindisi. Il sistema di propulsione di Avio Aero include un sofisticato sistema di controllo della turbina interamente sviluppato e realizzato da Avio Aero e dagli ausiliari delle turbine a gas. Avio Aero offre già servizi di revisione e manutenzione sulle unità installate.

Una turbina per le Fremm nello stabilimento Avio di Brindisi“Stiamo lavorando ad un progetto internazionale di manutenzione della LM2500 a Brindisi grazie a un contratto pluriennale di revisione e manutenzione firmato con la Marina Reale Canadese. Questo progetto impiegherà significativamente lo staff di tecnici già altamente qualificati del nostro stabilimento e rappresenta dunque una grande opportunità per Avio Aero, che potrà mettere a disposizione di una clientela mondiale le tecnologie avanzate nel settore delle turbine a gas aeroderivate", conclude Ranzo (Nella foto, una turbina per le Fremm nello stabilimento di Brindisi).

La prima turbina per le Fremm fu consegnata dallo stabilimento brindisino dell’allora Avio Group Spa alla marina militare francese il 18 giugno del 2008, con una significativa cerimonia. Il progetto Fremm fu  sviluppato insieme da Dcns e da Fincantieri. Le nuove fregate facevano parte di un programma che ne prevedeva l’entrata in servizio tra il 2011 e il 2022: 10 le unità che dovevano essere acquistate dall’Italia, 17 quelle per la flotta della Francia.

L’intero ordine doveva essere esaurito entro il 2017, ma vi è stato un successivo ridimesionamento. La turbina LM2500+G4 è di derivazione aeronautica, pesa circa 20 tonnellate ed è lunga 8,5 metri incluso il modulo che la racchiude, pronta per l’installazione a bordo. La potenza è di 40mila cavalli, che tradotta in megawatt fa 32, è stata calcolata per evitare una doppia motorizzazione dell’unità navale. Deriva dal modello LM2500 già impiegato per la miniportaerei “Cavour” italiana e per le fregate della classe Orizzonte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avio Aero Brindisi consegna la turbina per l'ottava fregata Fremm italiana

BrindisiReport è in caricamento