rotate-mobile
Economia

Minicrociere 2012, buon successo

BRINDISI - Successo anche quest’anno per “Minicrociere nel porto di Brindisi”, giunto alla terza edizione, progetto realizzato dalla società Eliconarte in collaborazione con la Biblioteca Arcivescovile “Annibale De Leo” e grazie al sostegno economico del Comune di Brindisi, dell’Autorità Portuale e della Camera di Commercio di Brindisi.

BRINDISI - Successo anche quest'anno per "Minicrociere nel porto di Brindisi", giunto alla terza edizione, progetto realizzato dalla società Eliconarte in collaborazione con la Biblioteca Arcivescovile "Annibale De Leo" e grazie al sostegno economico del Comune di Brindisi, dell'Autorità Portuale e della Camera di Commercio di Brindisi.

Come per le due precedenti edizioni, le richieste sono state moltissime: 400 persone in lista d'attesa nel 2010, 900 nel 2011 e 1200 per il 2012. "Ed è questo l'indice del grande successo e del gradimento che l'iniziativa continua a suscitare e che di anno in anno cresce di importanza e risonanza", dicono da Eliconarte, "una valida proposta per la qualificazione dell'offerta turistica nel nostro territorio, volta alla promozione e fruizione dei Beni Culturali di Brindisi".

Il tour ha richiamato turisti e curiosi da ogni parte, anche delle nostre province limitrofe, muovendo interessanti numeri di gente. Circa la metà delle richieste, infatti, sono pervenute da turisti che soggiornavano nel Salento e da tante località del territorio. Ampio e variegato il target che va dai più giovani ai più adulti. Famiglie, gruppi di amici, turisti e appassionati sono andati presto a colmare le prenotazioni.

"È dal mare - dicono sempre da Eliconarte - che si offre un nuovo modo di conoscere e presentare la città, ed è da qui che si scopre una maniera diversa di rendere fruibili i monumenti di cui l'attrattiva maggiore risiede proprio nel poterli raggiungere e vedere dal mare. Tappa dopo tappa, le Colonne Romane, l'Hotel Internazionale, la Casa del Turista, il quartiere delle Sciabiche, il castello Svevo, la sosta per visitare la Cappella Sacrario del Monumento al Marinaio d'Italia e sino al porto esterno per visitare il castello Alfonsino-Aragonese.

"Quest'ultimo, rappresenta davvero il punto di forza e solo navigandoci attorno si ha la possibilità di coglierne l'intera maestosità e attraccando al molo dell'isola è un po' come immergersi nella storia". Eliconarte ringrazia il Comune di Brindisi, l'Autorità Portuale e la Camera di Commercio di Brindisi che hanno creduto e reso possibile il progetto, "ma anche tutta la gente che ha davvero dimostrato di apprezzare il nostro lavoro".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minicrociere 2012, buon successo

BrindisiReport è in caricamento