Economia

Mozione pro Grottaglie: "Rischio declino per l'aeroporto di Brindisi"

D'Attis: "Il consiglio regionale ha approvato una mozione per l'apertura ai voli civili dell'aeroporto di Grottaglie, non c'è da stare sereni". Luperti: "Campanello d'allarme preoccupante"

BRINDISI – Potrebbe celarsi il rischio di un ridimensionamento dell’aeroporto  di Brindisi, dietro a una mozione approvata oggi dal consiglio regionale, per riaprire ai voli civili lo scalo di grotta glia. A manifestare tale preoccupazione sono i consiglieri comunali Mauro D’Attis (Forza Italia), che avanzerà la proposta di “una discussione in Consiglio comunale aperto agli altri rappresentanti istituzionali locali", e Pasquale Luperti (Coerenti per Brindisi).

La mozione avversata da D’Attis è quella presentata dal consigliere regionale Gianni Liviano, con la quale si L'ex vicesindaco Mauro D'Attisimpegnano presidente e Giunta regionale a “valorizzare l’importante infrastruttura aeroportuale di Grottaglie predisponendola ai voli civili”.

"Le scelte regionali - rimarca D'Attis in una nota stampa - portarono a Grottaglie l'indotto di Alenia mentre Brindisi diventava aeroporto civile per tutta l'area jonico-salentina. Quella mozione è un campanello d'allarme preoccupante per il Papola-Casale. Visti i precedenti relativi alla soppressione della sede della Banca d'Italia, all'accorpamento a Bari della Autorità portuale e al prossimo accorpamento della Camera di Commercio non c'è da stare tranquilli, anzi sereni".

Pasquale LupertiAnaloga preoccupazione, come detto, viene espressa da Pasquale Luperti, a detta del quale “L’aeroporto del Salento rischia di scivolare tra gli scali di minore importanza. E questo grazie alle scelte in alcun modo condivisibili assunte dal Consiglio regionale che a maggioranza ha approvato una mozione con cui si apre la porta ai voli civili dell’aeroporto di Grottaglie.”

“Nel corso del consiglio comunale monotematico sul porto – prosegue Luperti – ebbi modo di denunciare il tentativo di  depotenziare il nostro aeroporto, ma non sono stato ascoltato. Ecco perché rivolgo un appello accorato alla sindaca Angela Carluccio ed a tutti i consiglieri regionali eletti in provincia di Brindisi. Avere due aeroporti così vicini aperti ai voli passeggeri rischia di danneggiare entrambi e soprattutto di cancellare tutto il lavoro svolto in questi anni per far decollare lo scalo di Brindisi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mozione pro Grottaglie: "Rischio declino per l'aeroporto di Brindisi"

BrindisiReport è in caricamento