rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Economia

Navi Albania, vigila l'Authority

BRINDISI – Seconda giornata del nuovo terminal delle navi per l’Albania a Costa Morena, e dopo il collaudo della serata inaugurale, quella di mercoledì, questa volta c’era il nuovo presidente dell’Authority, Hercules Haralambides, a constatare di persona il funzionamento di questa sistemazione dei traghetti per Valona, che per agenti e armatori è estremamente positivo.

BRINDISI - Seconda giornata del nuovo terminal delle navi per l'Albania a Costa Morena, e dopo il collaudo della serata inaugurale, quella di mercoledì, questa volta c'era il nuovo presidente dell'Authority, Hercules Haralambides, a constatare di persona il funzionamento di questa sistemazione dei traghetti per Valona, che per agenti e armatori è estremamente positivo.

Il presidente dell'Autorità Portuale si è intrattenuto con i rappresentanti delle agenzie raccomandatarie della Ionian Spirit e della European Voyager, ha parlato con alcun i dei passeggeri sbarcati dai due traghetti, ha stretto anche qualche mano, ha ascoltato un paio di ufficiali delle navi, di nazionalità greca come la sua. Haralambides ascolterà naturalmente anche gli spedizionieri, i quali lamentano invece maggiori disagi nell'esercizio delle pratiche di sdoganamento. Si troverà una soluzione anche per questo.

Per quanto riguarda i passeggeri albanesi e color che comunque utilizzano la linea per Valona, finalmente un trattamento identico a quello degli altri viaggiatori. Bisogna chiedersi perché tutto ciò non è avvenuto molto prima, quali ragionamenti hanno frenato e impedito questo salto di qualità nei servizi agli armatori e ai passeggeri.

Dopo gli apprezzamenti per il lavoro a tempo di record effettuato dai servizi tecnici dell'Authority per consentire lo spostamento delle navi dal Seno di Levante a Costa Morena, oggi anche una nota di apprezzamento per i colleghi della Polmare da parte dei sindacati di polizia Silp, Sap e Siulp: "Nella serata di ieri si è inaugurato il nuovo posto di controllo di polizia a Costa Morena per le navi provenienti da zone extra-Schengen. In tempi strettissimi e non senza intoppi dell'ultima ora, il dirigente dell'Ufficio Polizia di Frontiera di Brindisi è riuscito a rispondere puntualmente alle esigenze degli altri enti, di tutti gli operatori turistici del settore, dei cittadini e ad assicurare condizioni di lavoro più dignitose per i poliziotti del settore di frontiera".

Un grande lavoro di squadra, "in ogni ordine e grado, che non è passato inosservato a nessuno suscitando notevole apprezzamento e che ci preme rilevare e riconoscere", sottolineano i sindacati. "Le scriventi organizzazioni sindacali ringraziano tutti coloro che sono intervenuti nel raggiungimento di questa soluzione e auspicano che l'attenzione verso il personale da parte della dirigenza dell'Ufficio di Polizia così come l'attenzione verso i cittadini e la comunità brindisina da parte degli enti preposti, sia sempre mantenuta alta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Navi Albania, vigila l'Authority

BrindisiReport è in caricamento