rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Economia

I negozi brindisini alle prese con i saldi: divario tra il centro della città e la provincia

Alcune attività commerciali di abbigliamento della città e della provincia, dopo essere state contattate, hanno espresso le loro sensazioni sull'andamento della prima fase dei saldi

BRINDISI - Il periodo dei saldi è quello più atteso da molte famiglie per acquistare generi di commercio di cui si ha bisogno. E così, rispettando tutte le precauzioni legate alle misure anti-covid, le attività del territorio sono ben predisposte ad ospitare i clienti. Su tutte, la fase degli sconti interessa in particolare i negozi di abbigliamento ed accessori di stile per la persona. 

"Ieri pomeriggio, giornata di apertura dei saldi, c'è stato più movimento rispetto al mattino. Anche sui corsi di Brindisi abbiamo notato che passeggiava gente con le buste in mano. - Affermano le responsabili di Project Store - L'affluenza è migliorata anche grazie all'Epifania, e la gente ha approfittato dei saldi per fare acquisti per se stessi o per comprare dei regali. - Proseguono - Siamo sempre fiduciose e ringraziamo in particolare i clienti più affezionati che fanno affidamento sulle attività del posto". Dello stesso avviso le responsabili del negozio Emporio Abbigliamento, che si affermano "soddisfatte dalla prima giornata. Questa situazione agevola chi propone una politica aziendale basata su fasce di prezzo accessibili". 

Ma non tutti forniscono un'interpretazione positiva: "Purtroppo sta andando male perché la situazione covid al momento è grave; quindi tra gente in quarantena fiduciaria e chi ha contratto il virus, sta diventando davvero un problema grande per noi commercianti. - Afferma la titolare di Donatella Abbigliamento a Carovigno - Diciamo che questo 2022 non è iniziato al meglio". Dello stesso avviso le responsabili de L'Attaccabottone Abbigliamento di Mesagne: "La situazione era già complicata subito dopo il Natale, tanto che avevamo deciso di iniziare con i pre-saldi. - Continua - Ieri c'è stata poca affluenza, quindi si spera nei giorni a venire". 

In quest'epoca fatta di ordini online e segnata dalla pandemia, tali affermazioni rappresentano per le istituzioni un segnale da monitorare costantemente al fine di salvaguardare l'economia locale. Ovviamente i dati possono oscillare in base al tipo di attività e al proprio volume d'affari. In ogni caso, il sostegno alle imprese commerciali brindisine è conveniente ai cittadini per diversi motivi; argomento già affrontato durante il periodo del black Friday.

Scopri i 5 buoni motivi per sostenere i negozi di abbigliamento locali

Per delineare un quadro definitivo sull'andamento bisognerà attendere qualche giorno e analizzare i dati forniti da più operatori commerciali. Al momento si nota un dislivello tra i negozi collocati in centro a Brindisi, rispetto a quelli dei comuni della provincia. Ad ogni modo l'incremento dei contagi legati alla pandemia ha comunque bloccato una fetta di potenziali clienti, che sta preferendo attendere la decrescita della curva di diffusione del virus. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I negozi brindisini alle prese con i saldi: divario tra il centro della città e la provincia

BrindisiReport è in caricamento