menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'attuale carbonile

L'attuale carbonile

"Nessuna corsia preferenziale per Cna”

BRINDISI - Nessuna corsia preferenziale per la Cna o sue aziende associate per quel che riguarda l'assegnazione degli appalti per la costruzione del nuovo carbonile dell'Enel: l'associazione di categoria risponde ad alcune notizie riportate da qualche testata giornalistica locale nei giorni scorsi e respinge ogni insinuazione: «In relazione a quanto da qualcuno riportato nei giorni scorsi relativamente ai rapporti tra le grandi aziende presenti sul territorio e l'imprenditoria locale, la Cna di Brindisi, nello svolgere con serietà e rigore l'attività di rappresentanza dei propri associati e, più in generale, delle piccole e medie imprese locali, intende ribadire con forza il proprio impegno a promuovere percorsi di trasparenza e legalità».

BRINDISI - Nessuna corsia preferenziale per la Cna o sue aziende associate per quel che riguarda l'assegnazione degli appalti per la costruzione del nuovo carbonile dell'Enel: l'associazione di categoria risponde ad alcune notizie riportate da qualche testata giornalistica locale nei giorni scorsi e respinge ogni insinuazione: «In relazione a quanto da qualcuno riportato nei giorni scorsi relativamente ai rapporti tra le grandi aziende presenti sul territorio e l'imprenditoria locale, la Cna di Brindisi, nello svolgere con serietà e rigore l'attività di rappresentanza dei propri associati e, più in generale, delle piccole e medie imprese locali, intende ribadire con forza il proprio impegno a promuovere percorsi di trasparenza e legalità».

Dunque nessuna scorciatoia o nessuna "imposizione", e niente accordi sottobanco: «Ci battiamo da anni, con coerenza e responsabilità, affinché le occasioni di sviluppo (per quanto poche) derivanti dalla presenza sul territorio di grandi aziende, siano una opportunità per un crescente numero di imprese locali, superando antiche e consolidate "riserve" e corsie preferenziali. Per questo abbiamo sempre rivendicato la trasparenza e la più ampia conoscenza delle opportunità: un metodo, purtroppo, a cui finora hanno aderito solo pochi gruppi industriali, tra cui, ad esempio, l'Enel». In altri settori invece, secondo la nota della Cna, non sarebbero seguite procedure chiare e soprattutto non ci sono sostegni alle aziende brindisine: «Molto resta ancora da fare nei confronti dell'intero sistema industriale brindisino (energia, chimica, aeronautica), in cui non mancano chiusure verso le imprese locali e troppe, ancora oggi, sono le presenze esterne al territorio e perdurano metodi assolutamente poco trasparenti e spesso ostili a relazioni corrette con le imprese locali e le loro rappresentanze».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento