Economia

"No al licenziamento collettivo": scioperano i lavoratori della Marozzi

Dalle 20 alle 24 di domenica 11 febbraio incroceranno le braccia i dipendenti dell'azienda di trasporti

BRINDISI – Incombe lo spettro del licenziamento collettivo per i dipendenti della Marozzi. Per questo le organizzazioni sindacali, per la giornata di domenica (11 febbraio), indicono lo sciopero dalle 20 alle 24. Lo si apprende da una nota congiunta dei sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e Ugl Fna.

“Prendiamo atto dell’indisponibilità del gruppo Finsita, proprietario dell’azienda di trasporto pubblico locale e regionale Marozzi Viaggi e Turismo – si legge nel comunicato - a individuare soluzioni idonee per i lavoratori o comunque un’alternativa al licenziamento collettivo. Per questo è confermato lo sciopero di domenica 11 febbraio dalle 20 alle 24”.

“Questa crisi – proseguono le sigle sindacali – che rischia di lasciare a casa 85 lavoratori, ripropone il tema del sistema del tpl che, come abbiamo più volte denunciato, da una parte è troppo frastagliato, fatto che gli impedisce di reggere la concorrenza e di riassorbire gli esuberi quando si creano criticità come quella della Marozzi, e dall’altra non è in grado di sviluppare processi innovativi tesi a rispondere ai bisogni di mobilità del Paese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No al licenziamento collettivo": scioperano i lavoratori della Marozzi

BrindisiReport è in caricamento