"Non perderemo quei soldi. Dimostreremo che la nostra pratica era completa"

BRINDISI - "Siamo certi di avere trasmesso attraverso la posta elettronica certificata la documentazione completa del progetto, e lunedì andremo a Bari presso gli uffici regionali che si occupano del bando per dimostrarlo, e quindi per risolvere il problema". Lo ha detto ieri a BrindisiReport l'assessore provinciale al Bilancio, Enzo Baldassarre, a proposito dell'esclusione della Provincia di Brindisi dalla graduatoria provvisoria dei progetti per le infrastrutture nelle aree industriali, cui potevano partecipare sia i Consorzi Asi che gli enti locali pugliesi.

Cittadella della Ricerca

BRINDISI - "Siamo certi di avere trasmesso attraverso la posta elettronica certificata la documentazione completa del progetto, e lunedì andremo a Bari presso gli uffici regionali che si occupano del bando per dimostrarlo, e quindi per risolvere il problema". Lo ha detto ieri a BrindisiReport l'assessore provinciale al Bilancio, Enzo Baldassarre, a proposito dell'esclusione della Provincia di Brindisi dalla graduatoria provvisoria dei progetti per le infrastrutture nelle aree industriali, cui potevano partecipare sia i Consorzi Asi che gli enti locali pugliesi.

BrindisiReport, nei servizi dedicati all'esclusione di ben nove domande su 14 partite dal Brindisino (vedi archivio "Economia"), ha pubblicato anche i motivi dell'esclusione del progetto dell'amministrazione provinciale, in cui il comitato di valutazione spiega che la partica è incompleta. Va ricordato, peraltro, che il bando utilizzava le nuove procedure digitali di inoltro delle istanze e dei requisiti, attraverso la Pec (posta elettronica certificata), che sostituiranno gradualmente ma inesorabilmente le vecchie pratiche cartacee.

Il progetto dell'amministrazione provinciale brindisina riguardava soprattutto l'infrastrutturazione primaria dell'unica area di insediamenti produttivi nelle competenze dell'ente, cioè Cittadella della Ricerca, dove sono insediate circa 30 tra società ed enti pubblici e privati di ricerca, prototipizzazione e industrializzazione di prodotti innovativi e ad alta tecnologia, oltre che del settore della formazione.

Cittadella - nata come complesso ospedaliero psichiatrico negli anni '70, mai entrato in funzione per il sopravvento della legge Basaglia - nella riconversione negli anni '90 a parco scientifico e tecnologico non ha usufruito di collegamenti alla rete fognaria e idrica per la distanza dei possibili punti allaccio, operazione oggi possibile data la prossimità della zona industriale e commerciale di Mesagne. Se il progetto della Provincia candidato al bando regionale non sarà riammesso, gli interventi saranno rinviati inevitabilmente, in attesa del reperimento di altre risorse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

  • Nuova allerta arancione per lo scirocco nella giornata di mercoledì

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento