Venerdì, 12 Luglio 2024
Economia

Giochi Mediterraneo, D'Attis: "Si potranno superare difficoltà come quella per il palaeventi"

Intervento del deputato, dopo la querelle sul progetto New Arena: "Sono disponibili ulteriori 125 milioni di euro, ora commissario di governo e il comitato organizzatore lavorino di comune accordo sugli interventi"

BRINDISI – “Sono certo - aggiunge - che si potranno superare anche difficoltà come quella emersa a Brindisi per il PalaEventi”. Lo afferma il deputato Mauro D’Attis (Forza Italia) a proposito dei Giochi del Mediterraneo. Come noto il progetto New Arena è stato al centro di una querelle che ha coinvolto il sindaco di Brindisi, Giuseppe Marchionna, e il presidente della New Basket Brindisi, Nando Marino. 

Il primo, con un comunicato diramato domenica, ha sostenuto che era “vietato dalla legge” la destinazione per il palaeventi dei fondi stanziati dal governo a supporto degli impianti sportivi previsti nel masterplan. Questo in risposta di una nota del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, rivolta al commissario straordinario dei Giochi, Massimo Ferrarese. Nando Marino ha poi replicato a Marchionna, smentendo, di fatto, l’illegittimità di un eventuale finanziamento a beneficio del progetto New Arena. 

Ora D’Attis cerca di smorzare la polemica. "La notizia positiva – afferma il deputato -  è che per i Giochi del Mediterraneo sono disponibili ulteriori 125 milioni di euro, a conferma di una precisa volontà del Governo di puntare con decisione su un evento sportivo di rilievo internazionale". "Adesso - prosegue - è necessario che il commissario di Governo e il Comitato organizzatore lavorino di comune accordo sugli interventi da mettere in campo, anche sulla base del tempo a disposizione e della strategicità degli impianti a Taranto, Brindisi e Lecce nell'ottica di una buona riuscita dell'evento". 

"Procedendo in tale direzione, sono certo - aggiunge - che si potranno superare anche difficoltà come quella emersa a Brindisi per il PalaEventi: l'obiettivo condiviso è arrivare ai risultati auspicati per il nostro territorio e per i cittadini". "Un traguardo possibile - conclude - grazie a risorse adeguate per la realizzazione di opere dirette o accessorie per gli impianti". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giochi Mediterraneo, D'Attis: "Si potranno superare difficoltà come quella per il palaeventi"
BrindisiReport è in caricamento