rotate-mobile
Economia

Nuovo Atr, ok Regione a contratti per 38 milioni

BARI - La giunta della Regione Puglia ha ammesso nella sua seduta odierna Alenia Aermacchi, il Distretto Tecnologico Aerospaziale ed altri soggetti alla fase di presentazione del progetto definitivo per la realizzazione di un nuovo velivolo regionale da 90 posti.

BARI - La giunta della Regione Puglia ha ammesso nella sua seduta odierna Alenia Aermacchi, il Distretto Tecnologico Aerospaziale ed altri soggetti alla fase di presentazione del progetto definitivo per la realizzazione di un nuovo velivolo regionale da 90 posti, per investimenti complessivi di 38.800.000,00 euro con agevolazione massima concedibile di 16.900.000,00 euro. Si tratta di due distinti contratti di programma avanzati da Alenia Aermacchi, Distretto Tecnologico Aerospaziale e altri partner per la progettazione e la costruzione di nuovi moduli tecnologici riguardanti strutture alari innovative, fusoliere posteriori e piani di coda.

"L'approvazione dei contrati di programma che hanno come primi proponenti Alenia Aermacchi e il Distretto Tecnologico Aerospaziale - commenta il presidente del DTA, Giuseppe Acierno - dà il via concreto alla fase di progettazione e produzione del nuovo aereo regionale da 90 posti. L'attività di preparazione e di confronto con le imprese condotta nell'ultimo anno ci ha permesso di favorire una larga partecipazione a questa prima fase del programma stesso, che vede impegnate complessivamente 15 imprese nel primo contratto e 17 nel secondo" .

"Il Distretto e la Puglia sono pronti a questa nuova grande iniziativa - ha concluso il presidente Giuseppe Acierno - si avvia oggi una nuova fase che attraverso la progettazione e la produzione dell'aeromobile permetterà una importante crescita tecnologica ed economica per diverse imprese pugliesi, favorirà investimenti ed aperture di nuove imprese in Puglia nonché una importante crescita occupazionale".

Anche la formula di questi contratti di programma è dunque quella introdotta e ampiamente sperimentata dal Distretto aerospaziale pugliese, con l'appoggio della Regione, di aggregare a grandi aziende capofila le Pmi del territorio, incentivate ad investire così in ricerca ed innnovazione, e quindi a crescere dal punto di vista delle capacità tecnologiche. I risultati sono tali che anche il premier Letta nel suo discorso di apertura della 77ma Fiera del Levante ha indicato nelle politiche distrettuali nel settore dell'aerospazio una delle migliori risorse della Puglia, ma anche del Paese.

 

 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Atr, ok Regione a contratti per 38 milioni

BrindisiReport è in caricamento