Economia

Nuovo bando a Brindisi per disoccupati da inserire negli appalti comunali

Nuovo avviso del Comune di Brindisi rivolto ai disoccupati residenti in città: l’invito a presentare domanda entro la fine di dicembre è finalizzato all’inserimento dei nominativi in un elenco speciale che l’amministrazione intende consegnare alle imprese vincitrici di appalti, in modo tale da favorire l’impiego di manodopera locale, nella misura del 30 per cento sul totale delle assunzioni previste per lo svolgimento dei lavori

BRINDISI – Nuovo avviso del Comune di Brindisi rivolto ai disoccupati residenti in città: l’invito a presentare domanda entro la fine di dicembre è finalizzato all’inserimento dei nominativi in un elenco speciale che l’amministrazione intende consegnare alle imprese vincitrici di appalti, in modo tale da favorire l’impiego di manodopera locale, nella misura del 30 per cento sul totale delle assunzioni previste per lo svolgimento dei lavori.

Dopo il primo bando pubblicato tre mesi addietro e andato in scadenza lo scorso 5 ottobre, le candidature pervenute sono state 816: in attesa ci sono lo più uomini di età compresa tra 20 e 45 anni e confidano tutti nella possibilità di tornare a lavorare, sia pure per un breve periodo di tempo nella propria città.

“ I soggetti già inclusi negli elenchi non dovranno produrre ulteriore istanza, salvo che non intendano integrare e/o rettificare i dati forniti in occasione dell'inserimento negli elenchi stessi”, è precisato nel nuovo avviso. Restano fermi i requisiti per la partecipazione: l’avviso è rivolto a quanti sono senza occupazione da almeno sei mesi e che abbiano  un reddito ai fini Isee, riferito all’anno 2014, non superiore a 3.820,71 euro”.

Il secondo bando è stato pubblicato nella giornata di venerdì scorso, in esecuzione della delibera approvata dalla giunta con l’obiettivo di inserire la cosiddetta clausola sociale ex articolo 69 del decreto legislativo 163 del 2006, nei bandi di gara per lavori e per servizi, “per la promozione dell’occupazione delle persone con particolari difficoltà di inserimento nel mondo del lavoro e per la lotta alla disoccupazione”. Brindisi, purtroppo, è una delle realtà in cui elevato è il tasso di disoccupazione e l’economia stenta ancora a decollare.

La domanda vale come manifestazione di interesse e va presentata al Comune di Brindisi, compilando il modulo fac-simile, disponibile sul sito internet dell’amministrazione oppure presso la sede di piazza Matteotti: la lista costituirà la base di partenza per la selezione del personale che le società vincitrici di appalti indetti dallo stesso Comune hanno necessità di assumere, dopo una “valutazione di idoneità alle mansioni” che dovranno essere espressamente indicate alla voce “competenze professionali acquisite”.

“A seguito della presentazione delle istanze, i dirigenti procederanno alla formazione di elenchi nominativi, suddivisi per categorie e mansioni lavorative, nei seguenti campi: edilizia, impiantistica, servizi, che saranno messi a disposizione nelle imprese aggiudicatarie di appalti con il Comune di Brindisi, che attingeranno dagli elenchi in misura pari ad almeno il 30 per cento dei lavoratori da impiegare per le nuove assunzione di cantiere”, si legge nell’avviso pubblico. Quanto alla valutazione di idoneità alle mansioni, spetta alle imprese.

Gli elenchi avranno validità dal primo febbraio 2016, “gli stessi rimarranno comunque aperti per coloro che formuleranno l’istanza tardivamente e saranno aggiornati con cadenza annuale”. Le istanze dovranno pervenire entro e non oltre le 13 del giorno 31 dicembre, unitamente a  una fotocopia del documento di identità, presso l’ufficio Protocollo-archivio del Comune di Brindisi, a mezzo posta ordinaria o corriere, oppure consegna a mano o ancora via mail all’indirizzo ufficio protocollo@pec.comune.brindisi.it. 

.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo bando a Brindisi per disoccupati da inserire negli appalti comunali

BrindisiReport è in caricamento