Contenzioso cantieri Cbs - Damarin: altro punto per l'Authority

Rigettata dal Tar la nuova istanza cautelare delle due società. L'Adsp: "Ora il passaggio al nuovo consorzio"

BRINDISI – Nuovo pronunciamento favorevole all’Autorità di sistema portuale da parte del Tar di Lecce, che ieri giovedì 7 novembre, con i provvedimenti 653/2019 e 654/2019, ha rigettato l’ennesima istanza cautelare avanzata dalle società Damarin e Cbs, già dichiarate decadute per inadempimento dalle concessioni demaniali marittime relative alle aree di attività cantieristiche nel porto medio di Brindisi. Si tratta di orientamenti di conferma dei due decreti monocratici già emessi dallo stesso Tar il 22 ottobre scorso.

È una ulteriore tappa di una vicenda giudiziaria annosa che vede l’Adsp impegnata nella riacquisizione delle aree demaniali marittime attualmente detenute dalle due ditte, nonostante sia stato adottato un provvedimento di decadenza nei confronti di ciascuna di esse, riconosciuto pienamente valido, efficace e legittimo dai giudici amministrativi.

“Ora l’Authority si attiverà per attuare doverosamente lo sgombero e riacquisire l’area perché possa essere assegnata in anticipata occupazione, ai sensi dell’articolo 38 del Codice della Navigazione, al soggetto economico individuato dall’ente, all’esito di un procedimento ad evidenza pubblica: il Consorzio Cantieri Riuniti Del Mediterraneo (costituito tra le società Operazione Srl, S&Y Srl e Marine Management&Supplies Srl tutte di Napoli), in attesa della conclusione del procedimento”, si legge in un comunicato della stessa Adsp.

“Un passaggio doveroso e fondamentale che tutelerà gli interessi di carattere patrimoniale ed erariale dell’ente, e soprattutto i lavoratori degli ex cantieri che, secondo il piano industriale presentato dal Consorzio, saranno totalmente riassorbiti dal nuovo concessionario”, conclude la nota. Il contenzioso davanti alla giustizia amministrativa è uno dei due fronti sui quali sta infatti sviluppando la crisi dei cantieri Damarin – Cbs. L’altro è quello della difesa dell’occupazione nel settore, e del rilancio su cui si è impegnato il consorzio subentrante nella concessione, con il suo piano industriale per il sito di Brindisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaventoso scontro fra due auto in Emilia: grave un giovane brindisino

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Quattro nuovi casi in Puglia, uno in provincia di Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

Torna su
BrindisiReport è in caricamento