rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Offerte di lavoro

Il Comune di Brindisi cerca tre educatori di asilo nido

Concorso per titoli ed esami dopo delibera della Giunta: assunzioni a tempo pieno e indeterminato

BRINDISI – Il Comune di Brindisi cerca tre educatori/educatrici per asilo nido da assumere con contratto a tempo pieno e indeterminato: il concorso prevede esami, scritti e orali,  e la valutazione di titoli. Per le domande di partecipazione, ci sono 30 giorni di tempo, a far data da ieri.

Il bando

comune di Brindisi-2Ieri, infatti, 6 novembre 2018, è stato pubblicato il bando a firma del dirigente del settore Politiche del Personale di Palazzo di città. L’avviso rientra nelle linee della programmazione del fabbisogno dell’Amministrazione comunale, già approvate il primo agosto scorso dalla Giunta.

I posti disponibili sono tre e sono riservati a chi “al 30 ottobre 2013 ha maturato, negli ultimi cinque anni, almeno tre anni di servizio con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato alle dipendente del Comune di Brindisi, con inquadramento al profilo professionale di educatore, categoria C”. Nell’avviso ci sono i riferimenti ai requisiti indicati nell’articolo 1, commi 519 e 558 della legge 296 del 2006 e nell’articolo 3, comma 90, della legge 244 del 2007.

I requisiti

I candidati dovranno essere in possesso di laurea triennale in Scienze dell’educazione, nella classe L19, con indirizzo specifico per educatori dei servizi educativi per l’infanzia o della laurea quinquennale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria, integrata a un corso di specializzazione per 60 crediti complessivi, ovvero uno dei seguenti titoli per lo svolgimento della funzione educativa, previsti dal regolamento della regione Puglia: laurea in educazione professionale e titoli equipollenti, laurea in scienze dell’educazione nel campo del disagio minorile, della devianza e della marginalità, laurea triennale in scienze dell’educazione e della formazione, indirizzo nei servizi socioculturali e interculturali. E ancora: laurea in pedagogia e in scienze pedagogiche, laurea  in scienze dell’educazione, ex indirizzi in insegnanti di scienze dell’educazione e in esperto di processi formativi e laurea triennale in scienze dell’educazione indirizzo in processi di formazione e valutazione. Infine: laurea specialistica in progettista e dirigente dei servizi educativi e formativi ovvero in programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi e laurea triennale in scienze della formazione continua, indirizzi in operatore socioculturale e della mediazione interculturale.

Possono partecipare al bando anche i diplomati, con esperienza documentata di almeno tre anni nel settore dei servizi educativi e cura delle persone.

Le domande

Le domande dovranno essere indirizzate al settore Servizi generali e partecipate, politiche del personale e progetti speciali del Comune di Brindisi, in piazza Matteotti 1 a mezzo dell’ufficio protocollo o tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, con onere per il candidato di inviare copia della ricevuta di accettazione dell’ufficio postale di partenza alla mail ufficiorisorseumane@comune.brindisi.it. Le candidature, inoltre, possono essere spedite via mail all’indirizzo certificato ufficioprotocollo@pec.comune.brindisi.it.

Le domande dovranno essere corredate dalla ricevuta di versamento dell’importo di dieci euro non rimborsabili, da effettuare tramite bollettino sul conto corrente postale numero 12883724 intestato al Comune di Brindisi oppure mediante bonifico bancario presso la tesoreria comunale Monte dei Paschi di Siena, in piazza Cairoli 7.

Le prove

lo stemma del Comune di BrindisiIl concorso prevede una prova scritta e un’altra orale. Lo scritto può essere costituito dalla redazione di un elaborato oppure da più quesiti a risposta multipla o, infine, da più quesiti a risposta sintetica. Le materie saranno le seguenti: elementi di psicologia e pedagogia dell’età evolutiva, osservazione e documentazione, la progettazione educativa e la programmazione del nido di infanzia, gli spazi e gli arredi, la gestione sociale dei gruppi e la socializzazione tra bambini, la conduzione della giornata educativa, il momento dell’ambientamento, l’affettività, figure di riferimento e costruzione delle relazioni tra adulti e bambini, le attività ludiche, i momenti di routine, l’integrazione dei bambini in situazione di disabilità e la continuità educativa.

Alla prova orale saranno ammessi i candidati che otterranno almeno 21 punti sui 30 dello scritto. Nel bando è prevista l’attribuzione di punteggi in base ai titoli.

La graduatoria avrà validità di 36 mesi, periodo durante il quale potrà essere usata per eventuali nuove assunzioni, previa procedura di mobilità, se prevista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Brindisi cerca tre educatori di asilo nido

BrindisiReport è in caricamento