menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parlamentari locali a Roma con i lavoratori della Santa Teresa

I lavoratori della società in house della Provincia di Brindisi, Santa Teresa Spa, sul piede di partenza per la manifestazione della mattina del 19 luglio a Roma, che prevede anche un incontro con due ministri

BRINDISI - I lavoratori della società in house della Provincia di Brindisi, Santa Teresa Spa, sul piede di partenza per la manifestazione della mattina del 19 luglio a Roma, che prevede un incontro con il ministro per gli Affari regionali, Enrico Costa, e con quello per il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, raccolgono intanto le adesioni all'iniziativa dei parlamentari nazionali e regionali del territorio.

Lo fa sapre il sindacato Cobas, dopo una riunione tenutasi venerdì cui hanno partecipato, oltre al presidente dell'amministrazione provinciale Maurizio Bruno e al consigliere provinciale delegato alla crisi Santa Teresa Spa, i senatori Vittorio Zizza e Salvatore Tommaselli, i parlamentari regionali Gianluca Bozzetti e Mauro Vizzino.

"Gli altri paqrlamentari Nicola Ciracì, Toni Matarrelli, Pietro Iurlaro ed Elisa Mariano avevano comunicato di non poter essere presenti alla riunione brindisina, confermando la loro piena adesione alla iniziativa", spiega il Cobas in un comunicato. "L'appuntamento in piazza Montecitorio per i parlamentari della Provincia di Brindisi , Nicola Fratoianni , Roberto Speranza , Barbara Lezzi e di altri ancora che si stanno aggiungendo in queste ore è per le ore 9,30 di mercoledì 19 luglio".

Il senatore Salvatore Tommaselli, a nome del governo, nella stessa giornata sarà relatore di un emendamento su di un decreto sul Mezzogiorno che contiene 100 milioni di euro per le Province e le Città metropolitane. "Un segnale positivo , che certamente non salva la situazione, ma che va nella direzione giusta che è quella di ridare le giuste risorse economiche  alle  Province. A sua volta, Maurizio Bruno ha espresso il forte timore che a settembre non rimarrà altro da fare che chiudere strade e scuole per mancanza fondi ed è quindi opportuno che un ulteriore grido di allarme parta dalla manifestazione del 19.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento