Martedì, 18 Maggio 2021
Economia

Stanotte la torre di controllo del Papola passerà dai militari all'Enav

Il momento del passaggio è arrivato. Come annunciato in un nostro servizio del 19 novembre, dall'1 del mattino di domani 10 dicembre la torre di controllo dell'aeroporto di Brindisi passa all'Ente nazionale di assistenza al volo

BRINDISI - Il momento del passaggio è arrivato. Come annunciato in un nostro servizio del 19 novembre, dall'1 del mattino di domani 10 dicembre la torre di controllo dell'aeroporto di Brindisi passa all'Ente nazionale di assistenza al volo. "Da oggi sarà Enav a fornire, con proprio personale operativo, il servizio di controllo del traffico aereo sull’aeroporto di Brindisi. Si tratta del quarto avvicendamento in poco più di un anno dopo gli aeroporti di Ciampino, Verona e Treviso, annuncia infatti con una nota su Twitter lo stesso Enav.

"Il transito dei servizi, previsto da decreto interministeriale del Ministero della Difesa, è stato coordinato da Enac attraverso la stesura di un piano operativo sottoscritto da Aeronautica Militare, Enav ed Enac. Le attività si sono concluse oggi con la firma delle necessarie convenzioni a cura delle tre amministrazioni", fa sapere ancora Enav. In queste settimane il lavoro preparatorio per il passaggio ha impegnato a fondo sia il personale militare in trasferimento che i subentranti operatori civili, che la società di assistenza ai sistemi elettronici.

"Il subentro all’Aeronautica Militare nella gestione della torre di controllo e del servizio di avvicinamento è avvenuto in piena sicurezza e senza soluzione di continuità, grazie ad un’attività di addestramento dei controllori del traffico aereo, durata alcuni mesi, che si è svolta utilizzando i moderni simulatori di torre 3D di cui dispone Enav presso la propria Academy. È stato inoltre effettuato un training specifico direttamente sulla torre di controllo in stretta collaborazione con l’Aeronautica Militare. La manutenzione di quasi tutti i sistemi di assistenza al volo sarà garantita dal personale Techno Sky, società del gruppo Enav".

Ma i militari non lasceranno completamente la torre ancora per qualche tempo: "L’Aeronautica Militare continuerà a curare, per alcuni servizi, la conduzione e la manutenzione fino al completo adeguamento dei sistemi tecnologici da parte di Enav. Enav ha già previsto un piano di ammodernamento tecnologico in linea con gli obiettivi aziendali. Con la gestione della torre di controllo dell’aeroporto di Brindisi, Enav assicura i propri servizi su 43 scali in tutto il territorio nazionale". Da quanto si sa, sarà installato anche un nuovo sistema radar. Enav a Brindisi gestisce anche il Centro di controllo d'area annesso all'aeroporto, che garantisce l'assistenza al volo in uno spazio areo vastissimo lungo la dorsale adriatica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stanotte la torre di controllo del Papola passerà dai militari all'Enav

BrindisiReport è in caricamento