Personale agenzie in agitazione

BRINDISI - Forte preoccupazione, richiesta di ammortizzatori sociali, posti di lavoro persi o in bilico. E' questo l'effetto collaterale delle vicende in corso nel porto di Brindisi. Effetti che vengono riproposti all'attenzione dell'opinione pubblica e delle autorità dal comitato formato dai dipendenti della agenzie marittime, tour operator e viaggi e turismo di Brindisi, con un comunicato che parte dal caso del sequestro della Ionian Spirit, ma affronta il problema dell'incombente annullamento di prenotazioni e dei biglietti già collocati con l'early booking per la prossima stagione estiva.

Traghetti greci a Costa Morena: tutti andati via

BRINDISI - Forte preoccupazione, richiesta di ammortizzatori sociali, posti di lavoro persi o in bilico. E' questo l'effetto collaterale delle vicende in corso nel porto di Brindisi. Effetti che vengono riproposti all'attenzione dell'opinione pubblica e delle autorità dal comitato formato dai dipendenti della agenzie marittime,  tour operator e viaggi e turismo di Brindisi, con un comunicato che parte dal caso del sequestro della Ionian Spirit, ma affronta il problema dell'incombente annullamento di prenotazioni e dei biglietti già collocati con l'early booking per la prossima stagione estiva.

"Il Comitato dei dipendenti della Agenzie Marittime, Agenzie Viaggi & Turismo, Tour Operator di Brindisi, a seguito del decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Brindisi della nave Ionian Spirit della storica compagnia armatoriale greca Agoudimos Lines, nell’esprimere piena solidarietà ai dipendenti della agenzia aarittima Albatros del sig. Franco Aversa per le immediate e gravi ripercussioni che tale provvedimento avrà per la loro situazione occupazionale, auspica - si legge nel comunicato - una risoluzione ragionevole ed equilibrata del contenzioso aperto fra l’Autorità Portuale e la compagnia Agoudimos atta a salvaguardare la già difficile situazione occupazionale dei tanti dipendenti del settore".

Il comunicato prosegue: "Si ricorda che la Agoudimos Lines ha programmato per il periodo estivo (luglio – settembre 2012), il servizio giornaliero per la Grecia, che permette a tutti gli operatori del settore, insieme alla già programmata Endeavor Lines e alla nuova e prestigiosa programmazione della Grimaldi Lines, di sviluppare la propria rete di vendita, incentivata dalle offerte 'early booking' che tutte le compagnie hanno predisposto e che la maggior parte degli operatori ha già esaurito, con inimmaginabili conseguenze di carattere economico per il settore stesso se una delle compagnie dovesse decidere di annullare la propria programmazione  a fronte di biglietteria già praticamente venduta".

"Il Comitato, di fronte alla continua penalizzazione del settore, ha già provveduto - si annuncia in conclusione - ad inoltrare alle Autorità preposte, richiesta dello stato di crisi  a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori che rischiano di trovarsi senza occupazione e senza altre prospettive, ma rispetto a quanto sta avvenendo non esclude di adottare tutte le forme di protesta democratica, anche le più estreme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

  • “Bomba, se esplode città in sicurezza”. Scuole chiuse sabato e lunedì

  • Maxi carico di droga al largo di Brindisi: arrestato uno scafista

Torna su
BrindisiReport è in caricamento