Petrolchimico, rassicurazioni da Syndial su salute e sicurezza dei lavoratori

La società ha evidenziato che i monitoraggi effettuati periodicamente non hanno mai evidenziato rischi

BRINDISI -  Nella mattinata di lunedì 1 aprile, la Provincia di Brindisi ha incontrato Syndial, società ambientale di Eni, per un aggiornamento riguardo allo stato delle attività di bonifica e agli iter autorizzativi in corso, anche con l’obiettivo di verificare i tempi di intervento e conclusione lavori.

A tale riguardo Syndial ha rassicurato il presidente dell’Ente, Riccardo Rossi, in merito a potenziali impatti sulla salute dei lavoratori e della popolazione, che erano stati paventati nell’ultimo parere della Provincia di Brindisi. In particolare, la società ha evidenziato che, a seguito di valutazioni specifiche e nel pieno rispetto di quanto previsto dal decreto legislativo 81/08, nelle aree di proprietà vengono condotti periodicamente dei monitoraggi ambientali, al fine di escludere possibili impatti sulla salute e la sicurezza dei lavoratori. Tali monitoraggi non hanno mai evidenziato rischi, considerato anche che le aree sono protette da recinzioni lungo tutto il perimetro e che da tempo non sussistono attività produttive.

La provincia di Brindisi aveva chiesto bonifiche urgenti

Nell’ambito del confronto tecnico, Syndial ha anche confermato la disponibilità ad approfondire i dati dell’“Analisi di rischio” al fine di definire il conseguente progetto di bonifica, come previsto dal Testo unico dell’Ambiente (d.lgs.152/06), tenendo conto dei pareri espressi in sede di conferenza di Servizi al Ministero dell’Ambiente.

Per quanto riguarda gli interventi della bonifica della falda, a seguito di specifica richiesta della Provincia di Brindisi, Syndial ha confermato l’efficienza e l’efficacia del sistema di contenimento e rimozione della contaminazione e dato la disponibilità ad avviare un confronto per valutare il potenziamento del sistema di monitoraggio, programmando incontri dedicati oltre al tavolo tecnico che verrà convocato dal Ministero dell’Ambiente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, il presidente della Provincia Riccardo Rossi ha chiesto a Syndial di partecipare ad un tavolo tecnico, finalizzato alla mappatura delle aree all’interno del Petrolchimico che al momento risultano senza una definita titolarità, per chiarire l’attuale stato dei luoghi ed il loro utilizzo; la società si è resa disponibile a fornire il proprio know how e supporto conoscitivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento